DECRETO 11 febbraio 2020 - Liquidazione coatta amministrativa della «Padania societa' cooperativa a responsabilita' limitata enunciabile anche Padania soc. coop. a r.l.», in Fiorenzuola d'Arda e nomina del commissario liquidatore. (20A01213)

 
ESTRATTO GRATUITO

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 19 giugno 2019, n. 93, recante il regolamento di organizzazione del Ministero dello sviluppo economico, per le competenze in materia di vigilanza sugli enti cooperativi;

Visto il decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito nella legge 7 agosto 2012, n. 135;

Vista l'istanza con la quale la Confederazione cooperative italiane ha chiesto che la societa' «Padania societa' cooperativa a responsabilita' limitata enunciabile anche Padania soc. coop. a r.l.» sia ammessa alla procedura di liquidazione coatta amministrativa;

Viste le risultanze della revisione dell'associazione di rappresentanza, dalla quale si rileva lo stato d'insolvenza della suddetta societa' cooperativa;

Vista la nota con la quale la Confcooperative segnala l'urgenza dell'emissione del decreto di liquidazione coatta amministrativa della sopra citata cooperativa;

Considerato quanto emerge dalla visura camerale aggiornata, effettuata d'ufficio presso il competente registro delle Imprese, e dalla situazione patrimoniale al 31 ottobre 2019, allegata al verbale di revisione, che evidenzia una condizione di sostanziale insolvenza, in quanto a fronte di un attivo circolante di euro 1.958.441,00, si riscontrano debiti esigibili entro l'esercizio successivo di euro 2.432.845,00 ed un patrimonio netto negativo di euro - 159.565,00;

Considerato che il grado di insolvenza della cooperativa e' rilevabile, altresi', dalla presenza di debiti tributari e previdenziali, di diversi decreti ingiuntivi posti in essere da creditori, da un atto di precetto da parte di «New service coop a r.l.» e «A.C. Multiservizi societa' cooperativa», da un atto di pignoramento presso terzi da parte di New service coop. a r.l. e da parte dell'Agenzia delle entrate di Parma - Piacenza, nonche' dalla perdita del principale appalto, a seguito di contenzioso con il piu' importante committente ed assunzione da parte di quest'ultimo dei soci lavoratori gia' operanti nel loro stabilimento;

Considerato che in data 14 gennaio 2019 e' stato assolto l'obbligo di cui...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA