Crimini di guerra relativi ad armi

Autore:Andrea Cannone
Pagine:41-47
 
ESTRATTO GRATUITO
CAPITOLO II
CRIMINI DI GUERRA RELATIVI AD ARMI
È possibile a questo punto prendere in esame i crimini di guerra consi-
stenti nell’impiego di particolari armi.
Veleno o armi avvelenate: in proposito vedi il brano della sentenza del
Tribunale militare internazionale di Norimberga riportato nell’Introduzio-
ne da cui risulta la sicura inclusione tra i crimini di guerra dell’impiego di
armi avvelenate. Nell’elenco dei crimini di diritto internazionale contenuto
nello Statuto di tale Tribunale annesso all’Accordo di Londra dell’8 agosto
1945 per processare e punire i grandi criminali di guerra dell’Asse euro-
peo (crimini contro la pace, crimini di guerra e crimini contro l’umanità),
i crimini di guerra sono individuati nelle violazioni delle leggi e degli usi
di guerra che comprendono numerose fattispecie ivi elencate, ossia nelle
violazioni dello jus in bello comportanti responsabilità penale individuale;
nella sentenza, oltre al richiamo della IV Convenzione dell’Aja del 18 ot-
tobre 1907 e della Convenzione di Ginevra del 1929 per il miglioramento
delle condizioni dei feriti e dei malati, si assiste, come si è detto, ad un am-
pliamento poiché, richiamata la Convenzione dell’Aja del 1907 che vietava
sì alcuni metodi di conduzione della guerra (impiego di armi avvelenate,
uso improprio di bandiere di tregua e comportamenti simili) senza tuttavia
qualicarli come penalmente rilevanti o senza prevedere sanzioni penali o
menzionare tribunali per processare e punire i trasgressori, in relazione a
tali divieti si afferma che:
… tuttavia dal 1907 essi sono sicuramente divenuti crimini, punibili
come illeciti contro le leggi di guerra … Per molti anni in passato, co-

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA