Ricorso del creditore per la richiesta di risoluzione al tribunale in caso di inadempimento del concordato fallimentare (art. 137 R.D. 16 marzo 1942, n. 267)

Autore:Cinzia De Stefanis
Aggiornato al:Marzo 2008
 
ESTRATTO GRATUITO

Page 386

Tribunale di . . .

Fallimento di . . . n . . . Giudice delegato : dott . . .

Il sottoscritto . . . residente in . . . via . . . n . . . con domicilio eletto in . . . via . . . n . . . presso l'avv . . . che lo rappresenta giusta procura in calce al presente atto,

Premesso - che in base alla domanda presentata il . . . con il decreto del giudice delegato in data . . . . che dichiarava esecutivo lo stato passivo, veniva ammesso al passivo nella procedura del fallimento sopra indicata, quale creditore chirografario, per la somma di euro . . . ; - che con sentenza del . . . veniva omologato il concordato proposto dal fallito con la domanda presentata il . . . ; - che il concordato non prevede l'accollo da parte di un terzo dell'obbligo della sua esecuzione con immediata liberazione del fallito; - che in conformità del concordato, il fallito avrebbe dovuto pagare la percentuale fissata entro il termine del . . . ed avrebbero dovuto essere costituite le garanzie date dai terzi nel più breve termine del . . .

Espone - che il primo...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA