Costituzione della commissione regionale di coordinamento dell'attivita' di vigilanza del Piemonte.

 
ESTRATTO GRATUITO

IL DIRETTORE REGIONALE DEL LAVORO

del Piemonte

Visto l'art. 4, commi 2 e 3, del decreto legislativo 23 aprile 2004, n. 124, che istituisce la commissione regionale di coordinamento dell'attivita' di vigilanza;

Vista la lettera circolare del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, n. 24 del 24 giugno 2004, con la quale sono state fornite indicazioni operative per l'attuazione della normativa sopra citata;

Visto l'art. 4, comma 3, del decreto legislativo sopra indicato che prevede che facciano parte della commissione, in ragione del loro incarico, il direttore della direzione regionale del lavoro che la presiede, il direttore regionale dell'I.N.P.S., il direttore regionale dell'I.N.A.I.L., il comandante regionale della Guardia di finanza, il direttore regionale dell'Agenzia delle entrate, il coordinatore regionale delle aziende sanitarie locali;

Considerato che della commissione fanno, altresi', parte quattro rappresentanti dei lavoratori e quattro rappresentanti dei datori di lavoro designati dalle organizzazioni sindacali comparativamente piu' rappresentative a livello nazionale;

Visto il proprio decreto n. 1783 del 12 gennaio 2005 con il quale e' stata costituita la commissione regionale di coordinamento dell'attivita' di vigilanza del Piemonte;

Vista la sentenza della Corte costituzionale n. 384 dell'11 ottobre 2005 che ha sancito l'illegittimita' costituzionale dell'art. 4, comma 3, del decreto legislativo 23 aprile 2004, n. 124, nella parte riferentesi al ´Coordinatore regionale delle aziende sanitarie localiª;

Ritenuto di dover modificare, alla luce della sentenza sopra indicata, la composizione della commissione di cui trattasi;

Decreta:

La commissione regionale di coordinamento dell'attivita' di vigilanza del Piemonte, istituita presso la sede della...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA