La Corte dei conti

Autore:Luigi Tramontano
Pagine:83-86
RIEPILOGO

1. Natura e composizione. 2. Le competenze.

 
ESTRATTO GRATUITO
83
1
LA CORTE DEI CONTI
1
Natura e composizione
La Corte dei conti, istituita dal trattato di Bruxelles del 22 luglio
1975, ha assunto le sue funzioni nell’ottobre del 1977. Il Trattato di
Maastricht l’ha qualificata espressamente come istituzione dell’Unio-
ne europea, con l’obbligo di pubblicare una dichiarazione annuale
sull’affidabilità e la regolarità dei conti dell’Unione. Il Trattato di
Amsterdam ne ha poi ampliato le competenze di controllo estenden-
dole ai temi della politica estera e di sicurezza comune, della giusti-
zia e degli affari interni, e conferendo ad essa il potere di appellarsi
alla Corte di giustizia per la salvaguardia delle proprie prerogative
nei confronti delle altre istituzioni dell’UE. La Corte ha sede a Lus-
semburgo.
Oggi è disciplinata dagli art. 285 ss. del Trattato sul funzionamento
dell’Unione europea (1º dicembre 2009).
La Corte dei conti assicura il controllo dei conti dell’Unione.
Essa è composta da un cittadino di ciascuno Stato membro. I
suoi membri esercitano le loro funzioni in piena indipendenza, nel-
l’interesse generale dell’Unione.
I membri della Corte:
a) sono scelti tra personalità che fanno o hanno fatto parte, nei
rispettivi Stati, delle istituzioni di controllo esterno o che pos-
seggono una qualifica specifica per tale funzione;
b) devono offrire tutte le garanzie d’indipendenza;
c) sono nominati per un periodo di sei anni;
d) designano tra loro, per tre anni, il presidente della Corte dei conti,
il cui mandato è rinnovabile.
Il Consiglio, previa consultazione del Parlamento europeo, adotta
l’elenco dei membri, redatto conformemente alle proposte presen-
tate da ciascuno Stato membro. Il mandato dei membri della Corte
dei conti è rinnovabile.
Nell’adempimento dei loro doveri, i membri della Corte dei Conti
non sollecitano né accettano istruzioni da alcun governo né da
alcun organismo. Essi si astengono da ogni atto incompatibile con
il carattere delle loro funzioni. Peraltro, non possono, per la du-
Natura
Composizione
Funzione
dei membri

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA