Consumatori e diritto all'informazione

Autore:Maria Gabriella Virone
Carica:Avvocato ed assegnista di ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche.
Pagine:83-93
RIEPILOGO

1. Il contesto - 2. I diritti dei consumatori nella società dell’informazione. Il diritto all’informazione - 3. Le politiche comunitarie - 4. L’Agenda europea del digitale: 2015.eu - 5. Conclusioni

 
ESTRATTO GRATUITO
Consumatori e diritto all’informazione
MARIA GABRIELLA VIRONE*
SOMMARIO:1. Il contesto – 2. I diritti dei consumatori nella società dell’informazione. Il
diritto all’informazione – 3. Le politiche comunitarie – 4. L’Agenda europea del digitale:
2015.eu – 5. Conclusioni
1. IL CONTESTO
La tutela ed il riconoscimento dei diritti fondamentali dell’uomo, a tut-
t’oggi, rappresentano un nodo centrale della riflessione giuridica relativa
alla persona umana. La nozione di cittadinanza, intesa quale appartenen-
za jure sanguinis o jure soli ad un territorio, può ritenersi superata, almeno
teoricamente, già dal 1948, anno di entrata in vigore della Dichiarazione
Universale dei Diritti Umani. Infatti, il titolare dei diritti sanciti nel para-
digma convenzionalmente sottoscritto da 150 Paesi è ogni persona, senza
alcuna restrizione di razza, sesso, colore, lingua, religione, opinioni politi-
che, origini nazionali o sociali, proprietà, nascita o altro status1. In questo
documento programmatico – condiviso dai principali attori internaziona-
li – il primato della persona umana, portatrice di diritti fondamentali ed
inviolabili, viene universalmente riconosciuto e declinato con preciso
rigore normativo; de facto, tuttavia, la più ampia applicazione dei cosiddet-
ti diritti di prima generazione non è stata ancora raggiunta secondo le
aspettative auspicate dai redattori.
Se è vero quanto constatato, è altrettanto evidente che l’evoluzione
tecnologica, l’internazionalizzazione dei mercati, la globalizzazione, sono
solo alcuni dei fenomeni che hanno visibilmente orientato il legislatore –
a tutti i livelli (internazionale, europeo, nazionale) – ad estendere la previ-
sione normativa in materia di diritti fondamentali. Nel corso degli ultimi
decenni si sono formate vere e proprie generazioni di diritti, che hanno
ampliato ininterrottamente il catalogo di quanto già solennemente pro-
clamato nelle Carte Costituzionali vigenti. Secondo Bobbio le motivazio-
*L’Autore è avvocato ed assegnista di ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche.
1Article 2 of The Universal Declaration of Human Rights, G.A. res. 217A (III), U.N. Doc
A/810 at 71, 1948.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA