CONCORSO (scad. 13 marzo 2017) - Avviso pubblico per la formulazione di un elenco di candidati idonei per il conferimento dell'incarico dirigenziale a tempo determinato in prima assegnazione di dirigente responsabile degli uffici e dei servizi compresi nel settore LL.PP e viabilita', e dei servizi edilizia privata-urbanistica, pianificazione e gestione del Territorio-Suap. (17E01330)

Il Comune di Vigevano intende procedere al conferimento dell'incarico a tempo determinato, ai sensi dell'art. 110 del decreto legislativo n. 267/2000, fino alla scadenza del mandato del Sindaco, a persona di particolare e comprovata qualificazione professionale per la posizione di: Dirigente responsabile degli uffici e dei servizi compresi nel settore LL.PP. e viabilita', dei servizi edilizia privata-urbanistica, pianificazione e gestione del Territorio-Suap. Titoli di studio: laurea (DL) vecchio ordinamento ovvero laurea specialistica (LS) ora denominata laurea magistrale (LM) in Architettura o in Ingegneria o equipollente. Il titolo di studio richiesto deve essere rilasciato da Universita' riconosciuta a norma dell'ordinamento dello Stato. L'eventuale equipollenza ai titoli anzidetti dovra' essere dimostrata dal candidato mediante produzione di apposita documentazione. Abilitazione all'esercizio della professione di architetto o ingegnere. Esperienza professionale: esperienza lavorativa non inferiore ad anni cinque, anche in forma cumulativa in piu' di un ente pubblico o privato, nella posizione di dirigente o in posizioni funzionali previste per l'accesso alla dirigenza (posizioni per le quali l'ordinamento generale o speciale prescriva, per l'accesso, il possesso del titolo di studio della laurea specialistica/magistrale o vecchio ordinamento) di cui almeno un anno, dei cinque predetti, prestato presso le amministrazioni pubbliche di cui all'art. 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165/2001. Requisiti soggettivi: eta' non inferiore agli anni 18 alla data di scadenza del presente avviso;

cittadinanza italiana, ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 febbraio 1994 n. 174 art. 1, comma 1, lettera b);

sono equiparati ai cittadini italiani i cittadini delle Repubbliche di San Marino e Citta' del Vaticano;

idoneita' psico-fisica all'attivita' lavorativa da svolgere. L'amministrazione si riserva la facolta' di esperire appositi accertamenti al momento dell'assunzione in servizio;

godimento dei diritti civili e politici;

non essere in alcuna delle condizioni previste dalle leggi vigenti come cause ostative per la costituzione del rapporto di lavoro;

essere in posizione regolare nei confronti dell'obbligo di leva, per i cittadini...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA