CONCORSO (scad. 13 settembre 2012) - Bando Scuola di dottorato di ricerca in studi umanistici - 28° ciclo.

 
ESTRATTO GRATUITO

IL RETTORE Vista la legge del 3 luglio 1998, n. 210 e successive modifiche, che demanda alle Universita' il compito di disciplinare con proprio regolamento l'istituzione dei corsi di Dottorato di Ricerca, le modalita' di accesso e di conseguimento del titolo, nel rispetto dei criteri generali fissati con regolamento ministeriale;

Visto il decreto ministeriale del 30 aprile 1999, n. 224, recante i criteri generali cui debbono attenersi le singole sedi universitarie nel disciplinare i corsi di Dottorato di Ricerca;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 aprile 2001 e successive modificazioni e integrazioni, con il quale sono stati determinati i criteri per l'uniformita' di trattamento sul diritto agli studi universitari;

Visto lo Statuto dell'Universita' degli Studi di Trento emanato con DR. n. 167 del 23 aprile 2012;

Visto il Regolamento di Ateneo in materia di Scuole di Dottorati di Ricerca dell'Universita' degli Studi di Trento emanato con decreto rettorale del 16 dicembre 2003, n. 997, e successivamente modificato con decreto rettorale del 19 aprile 2006, n. 359;

Vista la proposta presentata dal Dipartimento di Studi Letterari,

Linguistici e Filologici e dal Dipartimento di Filosofia, Storia e Beni Culturali;

Vista la relazione del Nucleo di Valutazione Interna di data 10 gennaio 2011 in ordine ai requisiti di idoneita' delle Scuole di Dottorato di Ricerca proposte;

Vista la delibera assunta congiuntamente dal Senato Accademico e dalla Commissione della Ricerca Scientifica del 18 gennaio 2012;

Decreta:

Art. 1

Attivazione E' attivato per l'anno accademico 2012/2013 presso l'Universita' degli Studi di Trento il 28° ciclo della Scuola di Dottorato di Ricerca in 'Studi Umanistici' in collaborazione, con per quanto concerne l'indirizzo in Studi di filologia classica, con l'Universita' degli Studi di Cagliari, l'Universite' de Lille III 'Charles de Gaulle' (Francia) e con l'Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales - Paris (Francia).

E' indetta selezione pubblica per la copertura di n. 25 posti, di cui n. 15 coperti da borse di studio.

Le borse di studio sono finanziate come di seguito:

14 borse di studio: finanziate dall' Universita' degli Studi di Trento;

1 borsa di studio finanziata dalla Provincia autonoma di Trento relativa alla tematica 'Linguistica delle varieta' di minoranza parlate nel Trentino: acquisizione, evoluzione, pianificazione'.

Durata: triennale.

Coordinatore: prof. Fulvio Ferrari - Tel. 0461 282709 - E-mail:

fulvio.ferrari@lett.unitn. it Lingua ufficiale della Scuola: italiano; per l'indirizzo specialistico in Studi di filologia classica e' lingua ufficiale anche il francese.

Indirizzi specialistici attivati:

Studi di filologia classica Studi filosofici Studi letterari e linguistici Studi storici Studi sui beni culturali Settori scientifico - disciplinari:

Parte di provvedimento in formato grafico I posti con borsa di studio potranno essere aumentati a seguito di finanziamenti erogati da altre universita', enti pubblici di ricerca o da qualificate strutture produttive private, che si rendessero disponibili dopo l'emanazione del presente bando e prima della valutazione dei titoli. L'eventuale aumento del numero delle borse di studio potra' determinare l'incremento dei posti complessivamente messi a concorso. Di tale incremento sara' data comunicazione alla pagina Internet http://www.unitn.

it/ateneo/16934/concorso-di-ammissione.

Art. 2

Requisiti di ammissione Possono presentare domanda di partecipazione al concorso di ammissione alla Scuola di Dottorato di Ricerca di cui al precedente articolo, senza limiti di sesso, di eta' e di cittadinanza, coloro che sono in possesso di laurea specialistica (magistrale), attivata ai sensi del D.M. n. 509 del 3 novembre 1999 e successive modificazioni, diploma di laurea del previgente ordinamento o di analogo titolo accademico conseguito all'estero.

Possono altresi' partecipare alla selezione coloro che conseguiranno il diploma di laurea entro il 13 settembre 2012, presentando, unitamente alla domanda:

un certificato d'iscrizione con esami sostenuti e la corrispondente votazione (per i cittadini comunitari, una dichiarazione sostitutiva di certificazione come previsto dall'art.

46 del D.P.R. n. 445 del 28.12.2000 e successive modifiche, redatta utilizzando l'Allegato A);

una dichiarazione da parte del relatore della tesi, nella quale sia precisato che si prevede l'acquisizione del titolo accademico da parte dello studente entro la data di scadenza del bando (13 settembre 2012).

L'ammissione al concorso verra' disposta 'con riserva' e il candidato sara' tenuto a presentare alla Segreteria della Scuola di Dottorato in Studi Umanistici (tramite posta elettronica all'indirizzo dottorato.sum@lett.unitn. it oppure tramite fax al seguente numero: +39 0461 281751), a pena di decadenza, il certificato relativo al titolo (per i cittadini comunitari una dichiarazione sostitutiva di certificazione come previsto dal D.P.R.

n. 445 del 28.12.2000 e successive modifiche redatta utilizzando l'Allegato A) entro e non oltre il 24 settembre 2012.

Art. 3

Titolo accademico conseguito all'estero I titoli universitari conseguiti all'estero devono essere comparabili al titolo di Laurea Magistrale per durata, livello e campo disciplinare. Nel rispetto di tale principio, sulla loro ammissibilita' delibera il Collegio dei Docenti.

I candidati in possesso di titolo accademico straniero che non sia gia' stato dichiarato equipollente (1) ad una laurea italiana dovranno fare espressa richiesta di idoneita' del titolo di studio nella domanda di ammissione al concorso, allegando alla domanda i seguenti documenti:

certificato relativo al titolo accademico con esami sostenuti e la corrispondente votazione (i cittadini comunitari possono presentare una dichiarazione sostitutiva di certificazione come previsto dal D.P.R. n. 445 del 28.12.2000 e successive modifiche redatta utilizzando l'Allegato A);

traduzione in lingua inglese o in lingua francese del certificato relativo al titolo accademico conseguito, con l'indicazione degli esami sostenuti e delle relative votazioni, sottoscritta sotto la propria responsabilita', al fine di consentire al Collegio dei Docenti di valutarne l'idoneita', esclusivamente ai fini della partecipazione al presente concorso;

ogni altra documentazione ritenuta utile a valutare l'ammissibilita' del titolo posseduto per la partecipazione al concorso (Diploma Supplement (2) o Dichiarazione di valore in loco, etc).

I vincitori cittadini non UE in possesso di un titolo accademico non conseguito in Italia e i vincitori cittadini UE in possesso di un titolo accademico conseguito in un Paese non UE dovranno presentare entro il 28 dicembre 2012 la Dichiarazione di Valore (3) unitamente al certificato relativo al titolo con esami e votazioni, tradotto e legalizzato dalle Rappresentanze diplomatiche o consolari italiane del Paese cui appartiene l'istituzione che l'ha rilasciato. La Dichiarazione di Valore dovra' certificare che il titolo di studio posseduto e' valido nel Paese di conseguimento per l'iscrizione ad un corso accademico analogo al Dottorato di Ricerca.

(1) Per maggiori informazioni visita la pagina web http://www.cimea.it/default.aspx?IDC=113 http://www.cimea.it/default.aspx?IDC=134 (2) Con Diploma Supplement si intende un documento allegato ad un diploma di formazione superiore con la finalita' di migliorare la 'trasparenza' internazionale e facilitare il riconoscimento accademico e professionale dei titoli conseguiti (diplomi, lauree, certificati etc.). Il Diploma Supplement deve essere emanato dalla stessa istituzione che ha rilasciato il titolo.

Ulteriori dettagli sul sito:

http://ec.europa.eu/education/lifelong-learning-policy/doc1239_en . htm (3) Per maggiori informazioni visita la pagina web http://www.cimea.it/default.aspx?IDC=118 http://www.cimea.it/default.aspx?IDC=176

Art. 4

Programma del dottorato Le tematiche di ricerca caratterizzanti la Scuola coincidono con l'insieme degli studi umanistici. La vastita' e la complessita' di tale campo di studi richiedono, nell'attivita' di ricerca come nell'organizzazione della formazione, la capacita' di coniugare una forte specializzazione nei singoli ambiti con un altrettanto forte e innovativa pratica interdisciplinare, in grado di aprire nuove prospettive che derivino dall'applicazione di metodologie diverse.

La varieta' degli strumenti metodologici si articola quindi nelle specificita' degli indirizzi specialistici, ambiti di approfondimento all'interno di un'unica comunita' di ricerca e di discussione scientifica:

Studi di filologia classica: tale indirizzo incentra la propria attivita' di ricerca sulla produzione...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA