Conclusione lavori e saluti

Autore:Giovanni Girone
Pagine:75-78
 
ESTRATTO GRATUITO
75
Volevo innanzitutto inserirmi in questo dibattito che può sembrare
marginale ma che è centrale, perché tutti abbiamo un pezzo di torto e
tutti abbiamo un pezzo di ragione. Io siccome sono il più vecchio, nella
mia vita ho dovuto fare un paio di mutui prima per comprare la mia
casa personale, poi quella dei miei figli. Quindi conosco molto bene il
problema. Oggi c’è una capacità di consumo superiore a quella che
c’era quarant’anni fa. Oggi la gente non è disposta a rinunciare alle
vacanze, a rinunciare alla neve, a fare i viaggi all’estero, andare siste-
maticamente tre volte alla settimana a mangiare fuori casa. Allora, le
condizioni economiche erano ben più limitate e ciononostante tanti
hanno avuto la possibilità di accedere al mutuo e quindi di acquistare
una casa. Peraltro le statistiche dicono che siamo uno dei paesi nei qua-
li l’incidenza della proprietà della casa è tra le più alte del mondo. Allo-
ra se uno vuole avere degli alti livelli di consumo e deve comprarsi una
casa le due cose non sono compatibili. E quindi oltre a parlare di capa-
cità di consumo dobbiamo cominciare a parlare di capacità di rispar-
mio. Secondo discorso. Ho avuto la sensazione, come ha detto Ferri,
che il livello dei prezzi delle abitazioni in Italia, in particolare nelle
nostre realtà di Bari, a Roma, rispetto agli altri paesi è molto elevato.
Probabilmente il costo di base, ossia di costruzione, è gravato di tutta
una serie di altre cose, per cui poi alla fine si arriva ad un prezzo di
mercato che non è soltanto il vero valore ma è il valore che contiene
qualche altra cosa della quale è meglio non discutere. Non capisco per-
ché il prezzo delle case in Germania dovrebbe essere il 30% inferiore
rispetto al prezzo delle case in Italia. C’è qualcosa che probabilmente la
politica e i costruttori dovrebbero fare, forse le tecnologie nuove do-
vrebbero essere anche in grado di portare a delle abitazioni di qualità
però con prezzi accessibili. L’efficienza del nostro sistema produttivo
va migliorata, ed un messaggio in quella direzione va fatto. Il discorso
CONCLUSIONE LAVORI E SALUTI
PROF. GIOVANNI GIRONE

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA