COMUNICATO - Classificazione di alcuni manufatti esplosivi. (16A02140)

 
ESTRATTO GRATUITO

Con decreto ministeriale n. 557/PAS/E/001201/XVJ/CE/C del 22 febbraio 2016, i manufatti esplosivi di seguito riportati sono classificati, ai sensi dell'art. 19, comma 3 a), del decreto 19 settembre 2002, n. 272, nella categoria dell'allegato «A» al Regolamento di esecuzione del citato testo unico, con il relativo numero ONU e con la denominazione accanto indicati: Denominazione esplosivo «G2000/24B»;

Numero certificato 0080.EXP.12.0007;

Data certificato: 25 settembre 2015;

Numero ONU: 0161;

Classe di rischio: 1.3 C;

Categoria P.S.: I;

Denominazione esplosivo «G2000/28B»;

Numero certificato: 0080.EXP.12.0007;

Data certificato: 25 settembre 2015;

Numero ONU: 0161;

Classe di rischio: 1.3 C;

Categoria P.S.: I;

Denominazione esplosivo «G3000/32B»;

Numero certificato: 0080.EXP.12.0007;

Data certificato: 25 settembre 2015;

Numero ONU: 0161;

Classe di rischio: 1.3 C;

Categoria P.S.: I;

Denominazione esplosivo «G3000/36B»;

Numero certificato: 0080.EXP.12.0007;

Data certificato: 25 settembre 2015;

Numero ONU: 0161;

Classe di rischio: 1.3 C;

Categoria P.S.: I. Sull'imballaggio dei manufatti esplosivi deve essere apposta un'etichetta riportante, oltre a quanto previsto dalla direttiva 93/15/CEE e dal Regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2008, anche i seguenti dati: denominazione del prodotto, numero ONU e classe di rischio, numero del certificato «CE del Tipo», categoria dell'esplosivo secondo il T.U.L.P.S., numero del presente provvedimento, nome del fabbricante, elementi identificativi dell'importatore o del produttore titolare...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA