COMUNICATO - Attivita' antincendio boschivo per la stagione estiva 2020. Individuazione dei tempi di svolgimento e raccomandazioni per un piu' efficace contrasto agli incendi boschivi, di interfaccia, ed ai rischi conseguenti. (20A02804)

 
ESTRATTO GRATUITO

Alla dott.ssa Luciana Lamorgese Ministro dell'interno All' On. Lorenzo Guerini Ministro della difesa Alla Sen. Teresa Bellanova Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali Al Gen. Sergio Costa Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Alla Sen. Paola De Micheli Ministro delle infrastrutture e dei trasporti All' On. Dario Franceschini Ministro per i beni e le attivita' culturali e per il turismo All' On. Francesco Boccia Ministro per gli affari regionali e autonomie Ai Presidenti delle regioni e delle province autonome e, p.c. Al Presidente dell'Unione delle province italiane Al Presidente dell'Associazione nazionale dei comuni italiani Come noto, l'art. 1, comma 1, del decreto-legge 31 maggio 2005, n. 90, convertito con modificazioni dalla legge 26 luglio 2005, n. 152, attribuisce allo scrivente il compito di individuare i tempi di svolgimento delle attivita' antincendio boschivo durante i periodi invernale ed estivo. Per la prossima stagione, il periodo estivo avra' inizio il 15 giugno e termine il 30 settembre 2020. La campagna antincendio boschivo 2019, pur essendo stata piu' impegnativa della campagna 2018, non ha evidenziato particolari criticita' e i sistemi antincendio boschivo e di protezione civile, ai diversi livelli di responsabilita', hanno, nel complesso, risposto in maniera adeguata agli eventi occorsi. Questi possono essere considerati i risultati tangibili che le diverse azioni poste in essere dal sistema danno se la materia viene costantemente attenzionata da parte di tutte le componenti statali e regionali. L'avvio del 2020 e' stato caratterizzato dall'emergenza sanitaria relativa al nuovo Coronavirus COVID-19, che ha oltremodo impegnato il nostro Paese in tutte le sue componenti statali e locali, con forti impatti sui diversi aspetti economici, politici, sociali e culturali. Quanto sta accadendo non puo' e non deve tuttavia fermare le altre attivita', come quella del contrasto agli incendi boschivi, che caratterizzano l'azione della protezione civile nel nostro Paese. Sulla base dei dati storici e a prescindere dalla concomitante emergenza, si stima che gli incendi boschivi continueranno ad affliggere il nostro territorio durante il corso dell'anno, e in particolare nell'ormai prossimo periodo estivo. Sara' pertanto opportuno predisporre per tempo tutte le azioni necessarie cosi' da non aver vanificato i continui e costanti sforzi fatti dal sistema antincendio boschivo del nostro Paese negli ultimi anni. Con le precedenti raccomandazioni operative, pubblicate nelle Gazzette Ufficiali del 5 aprile 2019 n. 81 e del 15 giugno 2019 n. 139, sono state fornite specifiche indicazioni per un piu' efficace contrasto agli incendi boschivi, di interfaccia, ed ai rischi connessi, e le Amministrazioni regionali, pienamente responsabili della materia antincendio boschivo ai sensi della legge 21 novembre 2000, n. 353, continueranno a curare l'adeguamento dei propri sistemi di risposta agli incendi boschivi, nei tre ambiti della previsione, prevenzione e lotta attiva, in relazione alle specificita' dei relativi contesti ambientali e territoriali. Quest'anno piu' che mai, e' necessario che le diverse Amministrazioni statali e i Corpi dello Stato sollecitino le loro diramazioni territoriali affinche' supportino, qualora richiesto, ed ognuno per i suoi specifici ambiti di competenza, quelle regionali e provinciali nell'approntamento dei sistemi di contrasto agli incendi boschivi. Analizzando l'evoluzione generale della campagna 2019, e' opportuno evidenziare come il fenomeno sia molto legato all'andamento delle condizioni climatiche e meteorologiche e, in particolare, e' stato caratterizzato da una stagione invernale molto impegnativa come effetto diretto di un periodo di forte siccita', e da una stagione estiva nella media, sebbene sia stata contraddistinta da temperature ben al di sopra delle medie stagionali che, pur non accompagnate da condizioni di ventosita' particolarmente intense e persistenti, hanno comunque portato ad un prolungamento delle condizioni favorevoli all'innesco ed alla propagazione degli incendi boschivi nella coda della campagna estiva e nei periodi subito successivi ad essa. L'analisi dei dati provvisori del 2019 fa emergere che gli eventi occorsi sono in linea con quelli attesi per le condizioni registrate, dimostrando un'adeguata risposta del sistema. I risultati della scorsa campagna estiva e l'analisi dei dati, seppur ancora provvisori, sono l'ulteriore riprova che il sistema antincendio boschivo, nel suo...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA