L'accesso ad Internet come diritto fondamentale? Tendenze del diritto internazionale e realtà dei fatti

Autore:Fabio Marcelli
Occupazione dell'autore:Primo ricercatore ISGI-CNR
Pagine:99-108
 
ESTRATTO GRATUITO
L’accesso ad Internet come diritto fondamentale?
Tendenze del diritto internazionale e realtà dei fatti
FABIO MA RCEL LI
SOMM ARI O: 1. Internet e il diritto internazionale: fragilità istituzionale e norma-
tiva – 2. Riferimenti alla tematica in convenzioni internazionali – 3. Libertà di
espressione, comunicazione ed informazione come base normativa dell’accesso ad
Internet – 4. Ostacoli al libero flusso delle informazioni – 5. Alcune fonti di soft
law – 6. Rapporto del Relatore speciale sulla promozione e protezione del diritto
di libertà di opinione ed espressione
1. INT ERNET E IL DI RIT TO IN TERNAZI ONAL E:FR AGILITÀ IST ITU ZIO-
NAL E E NORM ATIVA
Lo sviluppo tecnologico crea nuove occasioni sia di violazione che di rea-
lizzazione dei diritti fondamentali1. Questo assunto si rivela valido anche a
proposito di Internet che ha rivelato negli ultimi anni le sue enormi poten-
zialità in termini di strumento di espressione, di comunicazione, di informa-
zione e di formazione. Se la tecnologia si presenta come un ampliamento del
corpo umano e se, in particolare, tale ruolo è svolto dai media, secondo la
visione profetica di Marshall McLuhan, Internet presenta caratteristiche tali
da configurarsi come un ampliamento dell’intelletto collettivo dell’umanità.
È quindi evidente che tale fenomeno debba ricevere tutta l’attenzione che
merita da parte della comunità internazionale per il suo impatto sui diritti
umani.
Un elemento da tener presente per compiere tale analisi è costituito dalla
particolare natura del fenomeno dal punto di vista istituzionale. Alludiamo
all’assenza di momenti effettivamente consensuali e cooperativi nella sua di-
sciplina ed organizzazione ed alla mancanza, finora, di strumenti giuridici
internazionali espressamente dedicati ad esso. Tale situazione di debolezza
istituzionale conduce ad attribuire un ruolo determinante agli Stati Uniti e
L’Autore è primo ricercatore ISGI-CNR (idoneo nel profilo di dirigente di ricer-
ca), membro di organismi direttivi dei giuristi democratici a livello nazionale, europeo e
internazionale.
1Sul rapporto tra sviluppo scientifico e tecnologico e diritti umani cfr. F. MARCE LLI,Il
regime internazionale della ricerca scientifica, tecnologica e spaziale, Roma, CNR, 1996, specie
p. 53 e ss.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA