Riconoscimento e classificazione di alcuni manufatti esplosivi

 
ESTRATTO GRATUITO

Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.9604-XV.J(4389) del 4 dicembre 2006, il manufatto esplosivo denominato ´PROFIª (massa netta g 4768) e' riconosciuto, su istanza del sig. Monetti Carlo, titolare di esercizio di minuta vendita di esplosivi in Orbetello (Grosseto), ai sensi del combinato disposto dell'art. 1, comma 3, lettera a) del decreto legislativo 2 gennaio 1997, n. 7 e dell'art. 53 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e classificato nella IV categoria dell'allegato ´Aª al regolamento di esecuzione del citato testo unico.

La produzione, l'importazione, il deposito e l'immissione in commercio del predetto manufatto e' soggetta agli obblighi di etichettatura previsti, oltre che dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e dalle conseguenti disposizioni, anche dalla normativa generale in materia di sicurezza dei prodotti.

Avverso il presente provvedimento e' ammesso ricorso giurisdizionale al T.A.R. o, in alternativa, il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro sessanta o centoventi giorni dalla notifica.

Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.9605-XV.J(4390) del 4 dicembre 2006, i manufatti esplosivi denominati: ´SQUIB GSF-22ª e ´limitatore di carica LL 022ª (contenente lo squib GSF-22) sono riconosciuti, su istanza del sig. Monetti Carlo, titolare di esercizio di minuta vendita di esplosivi in Orbetello (Grosseto), ai sensi del combinato disposto dell'art. 1, comma 3, lettera a) del decreto legislativo 2 gennaio 1997, n. 7 e dell'art. 53 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e classificati nella V categoria - gruppo ´Bª dell'allegato ´Aª al regolamento di esecuzione del citato testo unico, con numero ONU 0454, 1.4S.

La produzione, l'importazione, il deposito e l'immissione in commercio dei predetti manufatti, che sono destinati ad uso esclusivamente pirotecnico, e' soggetta agli obblighi di etichettatura previsti, oltre che dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e dalle conseguenti disposizioni, anche dalla normativa generale in materia di sicurezza dei prodotti.

Avverso il presente provvedimento e' ammesso ricorso giurisdizionale al T.A.R. o, in alternativa, il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro sessanta o centoventi giorni dalla notifica.

Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.9857-XV.J(4024) del 4 dicembre 2006, i manufatti esplosivi denominati: ´PIROTER SFONDO A LAMPEGGIO C/100ª (massa netta g 595); ´PIROTER SFONDO A LAMPEGGIO E TONANTE C/100ª (massa netta g 740); ´PIROTER SBRUFFO A STELLE MULTICOLORI 55ª (massa netta g 125); ´PIROTER SBRUFFO A STRISCIONE MULTICOLORE 55ª (massa netta g 80); ´PIROTER SBRUFFO A STELLE E STRISCIONE MULTICOLORI 55ª (massa netta g 150); ´PIROTER SBRUFFO A STELLE E STUCCHIO MULTICOLORI 55ª (massa netta g 146); ´PIROTER SBRUFFO A STELLE MULTICOLORI E FONTANELLE 55ª (massa netta g 175); ´PIROTER CAMURO CK + COMETA C/75ª (massa netta g 356); ´PIROTER BIG CK + COMETA C/75ª (massa netta g 356); PIROTER SFERA C/l0 (massa netta g 345); PIROTER SFERA C/13 (massa netta g 700); PIROTER SFERA C/16 (massa netta g 1180); PIROTER SFERA C/21 (massa netta g...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA