Circolari

Pagine:199-207
 
ESTRATTO GRATUITO
199
Arch. giur. circ. ass. e resp. 2/2019
Circolari
I
Circ. (Min. trasp.) 11 ottobre 2018, Prot. n. 24827. Consegui-
mento carta di qualificazione conducenti da parte di militari
in congedo.
Con mail del 4 ottobre 2018 si chiede di chiarire se il perso-
nale militare in congedo può sostenere l’esame per ottenere la
qualificazione CQC senza obbligo di frequenza del corso di qua-
lificazione iniziale.
Al riguardo, si comunica che la norma derogatoria di cui alla
legge 31 dicembre 2012, n. 244 è una disposizione posta nell’am-
bito di una disciplina per favorire l’occupazione, nella vita civile,
di personale militare e civile, in servizio nell’Amministrazione
della Difesa.
Tanto premesso, si esprime parere che il personale per cui sia
stato accertato il possesso della patente di guida militare possa
conseguire l’abilitazione CQC senza frequentare il corso, anche
se abbia riconsegnato detta patente al momento del congedo o
della cessazione del servizio.
II
Circ. (Min. trasp.) 3 dicembre 2018, Prot. n. 20121. Validità
delle autorizzazioni internazionali al trasporto merci.
Le autorizzazioni internazionali al trasporto di merci relative
all’anno 2019 hanno validità sino alla mezzanotte del 31 gennaio
2020 per tutti i Paesi ad eccezione di: Israele, Kyrgyzstan e Sviz-
zera per i quali le autorizzazioni 2019 scadranno alla mezzanotte
del 31 dicembre 2019.
III
Circ. (Min trasp.) 4 dicembre 2018, Prot. n. 31141. Nuova Re-
golamentazione relativa all’omologazione e alla vigilanza del
mercato dei veicoli agricoli e forestali. – Regolamento (UE)
167/2013 (MR “Mother Regulation”) e connessi regolamenti
delegati. Procedura di trasposizione delle omologazioni glo-
bali. Aggiornamento della normativa.
Premessa
Con la Circolare prot. 29058 del 30/12/2016 sono state ride-
finite le prescrizioni per la trasposizione dei provvedimenti di
omologazione al fine di gestire le connesse procedure informa-
tiche per l’immatricolazione e immissione in circolazione dei
suddetti veicoli, dettando al contempo disposizioni per la com-
patibilità dei complessi veicolari.
La Circolare prot. 29058 è stata in seguito modificata e/o ag-
giornata dalle Circolari prot. 8339 del 10/04/2017, prot. 134 del
04/01/2018 e prot. 15892 del 02/07/2018.
Nel frattempo i Regolamenti delegati e di esecuzione della
MR sono stati emendati dall’Unione Europea. In particolare i
Regolamenti (UE) 2018/828 e 2018/829, che emendano rispet-
tivamente i Regolamenti (UE) 2015/68 e 2015/208, hanno intro-
dotto modifiche rilevanti anche per la procedura di trasposizione
dell’omologazione globale.
Ciò premesso, si ritiene necessario ridefinire la suddetta
procedura di trasposizione emanando una nuova circolare che
recepisce tutte le modifiche già apportate o conseguenti all’ag-
giornamento delle norme. I chiarimenti interpretativi forniti con
le sopra richiamate circolari 8339/2017, 134/2018 e 15892/2018 si
intendono integralmente validi.
La presente circolare pertanto abroga e sostituisce la Circola-
re prot. 29058 del 30/12/2016.
1. Trasposizione di omologazione comunitaria
1.1. Il provvedimento di omologazione emesso da uno degli
Stati membri della UE rappresenta la fase propedeutica per
poter immatricolare/immettere in circolazione i veicoli oggetto
dell’omologazione stessa.
La procedura atta a gestire i processi di stampa dei docu-
menti di circolazione è la procedura comunemente nota come
“trasposizione”.
In base alle nuove norme e tenuto conto sia del periodo tran-
sitorio di validità dei precedenti provvedimenti di omologazione
sia della coesistenza nel parco circolante di veicoli approvati se-
condo normative differenti, la procedura sarà normalmente di
tipo “amministrativo” senza procedere a verifiche tecniche sup-
pletive; a richiesta del costruttore, sarà invece di tipo “tecnico”
qualora risulti necessario un controllo da parte di un Servizio
tecnico dell’Amministrazione.
1.2. Procedura amministrativa: ricorre per tutti i provvedi-
menti di omologazione emessi, sia dall’Italia che dagli altri Stati
membri, in base alla nuova regolamentazione. Ricorre pertanto
non solo per le trattrici agricole, come già previsto nella prece-
dente normativa, ma anche per le nuove categorie (rimorchi, at-
trezzature intercambiabili trainate, veicoli cingolati) per le quali
è ora possibile procedere all’omologazione globale.
1.2.1. La procedura è di competenza della Direzione Generale
per la Motorizzazione a cui il costruttore, o il suo mandatario,
rivolge istanza in carta legale (secondo il fac-simile allegato 1).
L’istanza è corredata della seguente documentazione, even-
tualmente mediante supporto informatico secondo le disposizio-
ni fornite dall’Amministrazione:
a) estratto dei dati tecnici necessari per gli inserimenti nel
sistema informatico con eventuali tabelle, recante tutti i dati
necessari per la compilazione della carta di circolazione, ivi
inclusi gli eventuali dati di natura fiscale; gli estratti saranno
eventualmente accompagnati da un prospetto riepilogativo della
matrice “tipo/varianti/versioni” con evidenziato anche il calcolo
per l’indicazione del valore di controllo per usati (in decibel dB),
conformemente alla circolare n. 840/4228/A025 del 01.04.1982 in
copia allegata (allegato n. 6).
b) copia del fascicolo di omologazione comunitaria, fornita
eventualmente su supporto informatico, comprensiva del model-
lo di COC e delle firme delle persone autorizzate alla sottoscri-
zione (il modello di COC e delle firme non sono necessarie se già
depositati);
c) allegati tecnici in due copie (fac-simile in allegato 2). Ove
ritenuto utile può essere utilizzata la “versione cumulativa” (fac-

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA