Proroga dell'autorizzazione, rilasciata all'organismo denominato , ad effettuare controlli sulla indicazione geografica protetta .

IL DIRETTORE GENERALE

per la qualita' dei prodotti agroalimentari

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, ed in particolare l'art. 16, lettera d);

Visto il regolamento (CE) n. 510/2006 del Consiglio del 20 marzo 2006, relativo alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di origine dei prodotti agricoli ed alimentari, e in particolare l'art. 19 che abroga il regolamento (CEE) n. 2081/92;

Visto l'art. 17, comma 1, del predetto regolamento (CE) n. 510/2006 che stabilisce che le denominazioni che alla data di entrata in vigore del regolamento stesso figurano nell'allegato del regolamento (CE) n. 1107/1996 e quelle che figurano nell'allegato del regolamento (CE) n. 2400/96, sono automaticamente iscritte nel «registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette»;

Visti gli articoli 10 e 11 del predetto regolamento (CE) n. 510/2006, concernente i controlli;

Visto il regolamento (CE) n. 1263/96 del 1° luglio 1996 con il quale l'Unione europea ha provveduto alla registrazione della indicazione geografica protetta «Peperoni di Senise»;

Visto il decreto ministeriale 29 dicembre 2003, con il quale l'organismo di controllo «IS.ME.CERT. - Istituto mediterraneo di certificazione agroalimentare», in con sede in Napoli, via G. Porzio - Centro Direzionale Isola G/l, e' stato autorizzato ad effettuare i controlli sulla indicazione geografica protetta «Peperoni di Senise»;

Considerato che la predetta autorizzazione ha validita' triennale decorrente dal 29 dicembre 2003, data di emanazione del decreto ministeriale di autorizzazione in precedenza citato;

Considerato che il consorzio per la tutela dei «Peperoni di Senise», pur essendone richiesto, non ha ancora provveduto a segnalare l'organismo di controllo da autorizzare per il triennio successivo alla data di scadenza dell'autorizzazione sopra indicata;

Considerata la necessita' di garantire l'efficienza del sistema di controllo concernente la indicazione geografica...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA