DECRETO 15 ottobre 2004 - Incremento della quota capitaria annua, dovuta dai lavoratori autonomi agricoli per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, per l'anno 2004

 
ESTRATTO GRATUITO

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visti gli articoli 257 e 262 del testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124; Visto l'art. 28 del decreto legislativo 23 febbraio 2000, n. 38, concernente ´Disposizioni in materia di assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, a norma dell'art.

55, comma 1, della legge 17 maggio 1999, n. 144ª, il quale prevede, ai fini del riequilibrio e del risanamento della gestione agricoltura dell'INAIL, per gli anni 2001-2005, un incremento dei contributi in quota capitaria dovuti dai lavoratori agricoli autonomi nella misura massima complessiva del 50 per cento; Visto, in particolare, il comma 2 del citato art. 28 che stabilisce per gli anni 2001 e 2002 un incremento dei contributi nella misura del 12,5 per cento per ciascun anno e prevede, per gli anni successivi, che la misura dell'incremento venga stabilita con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, su delibera del consiglio di amministrazione dell'INAIL; Visto il decreto ministeriale 17 ottobre 2003 concernente ´Determinazione dell'incremento della quota capitaria annua dovuta a titolo di contributi per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dai lavoratori autonomi agricoli per l'anno 2003ª; Rilevata l'esistenza delle condizioni necessarie per la determinazione di un ulteriore incremento della quota capitaria annua dovuta dai lavoratori autonomi agricoli nell'ambito...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA