Briganti e avventurieri: incursioni nei mari degli antichi

Autore:Corrado Petrocelli
Pagine:27-41
 
ESTRATTO GRATUITO
27
CORRADO PETROCELLI
Magnifico Rettore - Università degli Studi di Bari Aldo Moro
BRIGANTI E AVVENTURIERI:
INCURSIONI NEI MARI DEGLI ANTICHI
«In scatter’d groups upon the golden sand, they game, carouse,
converse, or whal the brand; select the arms, to each his blade assign,
and careless eye the blood that dims its shine; repair the boat, replace the
helm or oar, while others straggling muse along the shore; for the wild
bird the busy springes set, or spread beneath the sun the dripping net.
Gaze where some distant sail a speck supplies, with all the thirsting eye
of enterprise. Tell o’er the tales of many a night of toil, and marvel
where they next shall seize a spoil»1.
Pallidi epigoni rispetto agli eroi romantici di Lord Byron, «i
nostri pirati contemporanei […] non sembrano verosimilmente de-
stinati a essere immortalati nella coscienza collettiva e ad alimenta-
re il nostro immaginario romantico. Se, infatti, quanto a crudeltà e
coraggio non hanno nulla da invidiare a quelli di una volta, i pirati
di oggi sembrano avere un unico scopo nella vita: arricchirsi»2. Ep-
pure predare per arricchirsi è prerogativa tanto essenziale quanto
implicita al concetto e alla nascita stessa del fenomeno della pirate-
ria. Lo mette in evidenza l’uso linguistico greco (ma anche latino,
in cui praedo identifica sia i briganti ‘di terra’ che quelli ‘per ma-
re’)3, per il quale uno stesso termine, ad ampio spettro semasiologi-
co, individua pirati e briganti: lh/sthv" è chi ruba, depreda, il re-
1 G.B. BYRON, The Corsair, I, 2.
2 B. LARSSON, Pirati di mare e pirati di terra. Pref. N. CARNIMEO, Nei mari
dei pirati. I nuovi predoni degli oceani, Milano 2009, p. 6.
3 Vd. la praedones iunctura praedonibus latronibusque per indicare pirati e
briganti in CESARE, Guerre civili III,110.3 o piratae maritimos praedones, in
CORNELIO NEPOTE, Vita di Temistocle 2.3.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA