DECRETO 28 ottobre 2010 - Individuazione degli enti beneficiari dei contributi statali di cui all''art. 13, comma 3-quater, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, per il finanziamento di interventi diretti al risanamento, al recupero dell''ambiente e allo sviluppo economico dei relati...

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

E DELLE FINANZE

Visto il decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, concernente «Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitivita', la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria»;

Visto, in particolare, il comma 3-quater dell'art. 13 della predetta legge n. 133 del 2008, il quale ha previsto l'istituzione di un fondo per la tutela dell'ambiente e la promozione dello sviluppo del territorio, con una dotazione di 60 milioni di euro per l'anno 2009 e di 30 milioni di euro per ciascuno degli anni 2010 e 2011, ai fini della concessione di contributi statali per interventi realizzati dagli enti destinatari nei rispettivi territori per il risanamento e il recupero dell'ambiente e lo sviluppo economico dei territori stessi;

Visto l'art. 7, comma 1-ter, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, m. 33, recante «Misure urgenti a sostegno dei settori industriali in crisi, (nonche' disposizioni in materia di produzione lattiera e rateizzazione del debito nel settore lattiero-caseario)», che assegna l'importo di euro 25.050 milioni al fondo di cui all'art. 13, comma 3-quater del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112;

Visto altresi' il comma 1-sexies dello stesso art. 7 che prevede una riduzione pari ad euro 10 milioni a valere sul predetto fondo;

Visto l'art. 3, comma 6, della legge 23 luglio 2009, n. 99 recante «Disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese, nonche' in materia di energia», che incrementa di euro 30 milioni il predetto fondo;

Considerato che ai sensi dello stesso comma 3-quater dell'art. 13 della legge n. 133 del 2008 alla ripartizione delle predette risorse e all'individuazione degli enti beneficiari si provvede con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze in coerenza con apposito atto di indirizzo delle Commissioni parlamentari competenti per i profili finanziari;

Visto il decreto 25 febbraio 2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 53 del 5 marzo 2010, con il quale, in coerenza con quanto stabilito dalla V Commissione della Camera dei Deputati con la risoluzione n. 8-00059 del data 22 dicembre 2009, sono stati individuati i soggetti beneficiari e gli interventi da realizzare nonche' ripartita tra gli stessi quota parte dei contributi di cui al sopra indicato art. 13, comma 3-quater, della legge n. 133/2008, per un importo complessivo di euro 66.196.500 per l'annualita' 2009, di euro 18.898.998 per l'annualita' 2010 e di euro 18.888.998 per l'annualita' 2011;

Visto il decreto 9 giugno 2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 143 del 22 giugno 2010, con il quale, in coerenza con quanto stabilito dalla V Commissione bilancio, programmazione economica del Senato della Repubblica con la risoluzione n. 8 adottata il 21 aprile 2010, sono stati individuati i soggetti beneficiari e gli interventi da realizzare nonche' ripartita tra gli stessi una ulteriore quota parte dei contributi di cui al sopra indicato art. 13, comma 3-quater, della legge n. 133/2008, per un importo complessivo di euro 38.398.000 per l'annualita' 2009, di euro 59.526.000 per l'annualita' 2010 e di euro 11.045.000 per l'annualita' 2011;

Vista la risoluzione parlamentare n. 8-00087, deliberata il 30 luglio 2010 dalla V Commissione bilancio, tesoro e programmazione della Camera dei deputati, pubblicata nel...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA