DECRETO 5 luglio 2012 - Individuazione e attribuzioni degli Uffici di livello dirigenziale non generale dei Dipartimenti. (12A09341)

 
ESTRATTO GRATUITO

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

E DELLE FINANZE

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive modificazioni ed integrazioni, ed in particolare l'articolo 17, comma 4-bis, lettera e), che prevede che, con decreto ministeriale di natura non regolamentare, si definiscono i compiti delle unita' dirigenziali nell'ambito degli uffici dirigenziali generali dei Ministeri;

Vista la legge 14 gennaio 1994, n. 20, recante «Disposizioni in materia di giurisdizione e controllo della Corte dei conti»;

Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante «Riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59», ed in particolare gli articoli 25, 56 e 58, che prevedono rispettivamente, l'articolazione del Ministero dell'economia e delle finanze in Dipartimenti, le attribuzioni e l'organizzazione interna dello stesso;

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni ed integrazioni, recante «Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle Amministrazioni pubbliche»;

Visto il decreto legislativo 3 luglio 2003, n. 173, concernente la riorganizzazione del Ministero dell'economia e delle finanze e delle agenzie fiscali, a norma dell'articolo 1 della legge 6 luglio 2002, n. 137;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 luglio 2003, n. 227 recante il «Regolamento per la riorganizzazione degli Uffici di diretta collaborazione del Ministro dell'economia e delle finanze»;

Vista la legge 27 dicembre 2006, n. 296, ed in particolare l'articolo 1, comma 404;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 30 gennaio 2008, n. 43, recante il «Regolamento di riorganizzazione del Ministero dell'economia e delle finanze, a norma dell'articolo 1, comma 404, della legge 27 dicembre 2006, n. 296»;

Visto l'articolo 74 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, che prevede un ridimensionamento degli assetti organizzativi esistenti nelle amministrazioni pubbliche;

Visto il decreto-legge 30 dicembre 2009, n. 194, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 2010, n. 25, ed in particolare l'articolo 2, comma 8-bis che contempla la riduzione degli uffici dirigenziali di livello non generale e delle relative dotazioni organiche, in misura non inferiore al 10% di quelli risultanti a seguito dell'applicazione dell'articolo 74, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112;

Visto il decreto ministeriale 23 dicembre 2010 con il quale si e' proceduto alla riallocazione delle funzioni del soppresso Istituto di studi ed analisi economica (ISAE);

Visto il decreto ministeriale 23 dicembre 2010 relativo alla riallocazione delle funzioni svolte dalle soppresse Direzioni territoriali dell'economia e delle finanze;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 18 luglio 2011, n. 173, recante modifiche al d.P.R. 30 gennaio 2008, n. 43, concernente la riorganizzazione del Ministero dell'economia e delle finanze, a norma dell'articolo 1, comma 404, della legge 27 dicembre 2006, n. 296;

Visto, in particolare, l'articolo 1, comma 6, del decreto Presidente della Repubblica 18 luglio 2011, n. 173, che prevede che, con decreto ministeriale di natura non regolamentare si provvede, ai sensi dell'articolo 17, comma 4-bis, lettera e), della legge 23 agosto 1988 n. 400, ad individuare gli uffici di livello dirigenziale non generale di ciascun Dipartimento del Ministero e a definire i relativi compiti, nonche' a distribuire i predetti uffici tra le strutture di livello dirigenziale generale;

Visto il decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148, concernente ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo, ed in particolare l'articolo 1, comma 3, lettera a), che dispone una riduzione degli uffici dirigenziali di livello non generale e delle relative dotazioni organiche, in misura non inferiore al 10% di quelli risultanti a seguito dell'applicazione dell'articolo 2, comma 8-bis, del decreto-legge n. 194 del 2009;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 29 febbraio 2012 concernente la rideterminazione delle dotazioni organiche del personale di livello dirigenziale non generale e del personale appartenente alle aree funzionali;

Ritenuto, pertanto, nelle more dell'attuazione del decreto-legge 27 giugno 2012, n. 87 di dover provvedere a delineare l'assetto organizzativo degli Uffici di livello dirigenziale non generale di ciascun Dipartimento del Ministero ed alla distribuzione dei predetti Uffici tra le strutture di livello dirigenziale generale come derivante dall'attuazione del citato d.P.R. n. 173/2011;

Sentite le organizzazioni sindacali;

Su proposta dei capi Dipartimento del Ministero dell'economia e delle finanze;

Decreta:

Art. 1

1. Il presente decreto individua, nell'ambito degli uffici di livello dirigenziale generale dei Dipartimenti del Ministero dell'economia e delle finanze, le unita' organizzative di livello dirigenziale non generale e ne definisce i compiti ai sensi dell'art. 17, comma 4-bis, lettera e) della legge 23 agosto 1988 n. 400 nonche' ai sensi dell'art. 4, commi 4 e 4-bis, del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300.

Art. 2

Dipartimento del Tesoro

1. Unita' organizzative di livello dirigenziale non generale assegnate alle dirette dipendenze del Direttore generale del Tesoro

Ufficio di coordinamento e segreteria del Direttore generale del Tesoro.

Coordinamento delle attivita' a supporto delle funzioni istituzionali del DGT. Cura degli affari istituzionali e dei rapporti con gli uffici di diretta collaborazione del Ministro e della P.A. in generale. Coordinamento e raccordo con le Direzioni e gli Uffici del Dipartimento per il supporto alle attivita' istituzionali del DGT. Coordinamento del flusso documentale tra il DGT e il Dipartimento, il Ministro e gli organi di diretta collaborazione. Coordinamento e gestione dei complessi compiti di segreteria del DGT. Trattazione degli affari riservati su incarico del DGT.

Ufficio per la pianificazione strategica e per il controllo di gestione.

Coordinamento del processo di pianificazione strategica e operativa del Dipartimento. Coordinamento del processo di identificazione dei fabbisogni del Dipartimento e del processo di formazione e gestione del Bilancio Economico-Finanziario. Gestione dei modelli di valorizzazione degli obiettivi strategici e operativi delle strutture dipartimentali e dei relativi indicatori di performance. Coordinamento del processo di elaborazione dei documenti di programmazione (Bilancio Finanziario, Bilancio Economico, Nota Integrativa, Direttiva ministeriale per l'azione amministrativa e la gestione, Rendiconto generale dello Stato) nelle diverse fasi del processo di budgeting/forecasting/consuntivazione. Monitoraggio dell'andamento delle disponibilita' finanziarie e gestione, nei casi di mancata copertura dei fabbisogni, delle attivita' dirette al reintegro delle risorse in dotazione. Gestione delle attivita' amministrative relative ai capitoli di spesa del Dipartimento. Elaborazione e gestione del sistema di reporting operativo, direzionale e istituzionale. Definizione e aggiornamento della catena del valore del Dipartimento. Analisi dei risultati e dei rendimenti.

Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID).

Gestione e sviluppo di tutte le risorse informatiche (Hardware, Software, infrastrutture e reti) del Dipartimento, nel rispetto delle direttive concordate con il Direttore Generale del Tesoro. Analisi e reingegnerizzazione dei processi dipartimentali. Gestione del laboratorio per la sperimentazione, l'analisi e la certificazione delle nuove tecnologie a supporto dei processi core del Dipartimento. Gestione del sito Internet e della Intranet dipartimentali. Gestione delle Banche dati e degli Infoproviders. Gestione dei servizi agli utenti: presentazioni e audio/video conferenze, servizio di telefonia mobile, supporto alla operativita' individuale su applicativi informatici, Help Desk/Call Desk, IMAC.

Ufficio per il coordinamento dell'attivita' amministrativa di supporto al Direttore generale del Tesoro.

Supporto al Direttore Generale del Tesoro per il coordinamento dell'attivita' amministrativa che interagisce tra le Direzioni e tra il Dipartimento e gli Uffici di diretta collaborazione del Ministro. Cura dei rapporti con l'Ufficio Legislativo: coordinamento dell'attivita' pre-legislativa svolta in sede di iter parlamentare e dell'attivita' connessa alle riunioni preparatorie del Consiglio dei Ministri. Supporto alle modifiche organizzative relative al Dipartimento. Monitoraggio dei processi amministrativi. Coordinamento del flusso documentale all'interno del Dipartimento e tra il Dipartimento e altre amministrazioni ed enti. Segreteria del Consiglio Tecnico-Scientifico degli Esperti.

Ufficio di comunicazione e delle relazioni esterne.

Definizione delle strategie di comunicazione nelle materie di competenza del Dipartimento ed elaborazione del piano annuale di comunicazione. Coordinamento e realizzazione, su incarico del Direttore Generale del Tesoro, di progetti trasversali di particolare interesse per il Dipartimento, rilevanti sotto il profilo della comunicazione. Coordinamento degli strumenti di comunicazione per il miglioramento della qualita' dell'informazione al cittadino, al mercato finanziario, alla stampa e ai diversi target interni ed esterni...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA