PROVVEDIMENTO 20 ottobre 2010 - Iscrizione della denominazione «Asparago di Badoere» nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette. (10A13020)

IL CAPO DIPARTIMENTO

delle politiche competitive del mondo rurale e della qualita'

Visto il regolamento (CE) n. 510 del Consiglio del 20 marzo 2006 relativo alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di origine dei prodotti agricoli e alimentari;

Considerato che, con regolamento (UE) n. 923 della Commissione del 14 ottobre 2010, la denominazione «Asparago di Badoere» riferita alla categoria Ortofrutticoli e cereali, allo stato naturale o trasformati, e' iscritta quale Indicazione geografica protetta nel registro delle denominazioni di origine protette (D.O.P.) e delle indicazioni geografiche protette (I.G.P.) previsto dall'art. 7, paragrafo 4, del regolamento (CE) n. 510/2006;

Ritenuto che sussista l'esigenza di pubblicare nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana il disciplinare di produzione della Indicazione geografica protetta «Asparago di Badoere», affinche' le disposizioni contenute nel predetto documento siano accessibili per informazione erga omnes sul territorio nazionale;

Provvede alla pubblicazione degli allegati disciplinare di produzione e scheda riepilogativa della Indicazione geografica protetta «Asparago di Badoere», registrata in sede comunitaria con regolamento (UE) n. 923 del 14 ottobre 2010.

I produttori che intendono porre in commercio la denominazione «Asparago di Badoere», possono utilizzare, in sede di presentazione e designazione del prodotto, la suddetta denominazione e la menzione «Indicazione Geografica Protetta» solo sulle produzioni conformi al regolamento (CE) n. 510/2006 e sono tenuti al rispetto di tutte le condizioni previste dalla normativa vigente in materia.

Roma, 20 ottobre 2010

Il capo Dipartimento: Rasi Caldogno

Allegato

Disciplinare di produzione dell'Asparago di Badoere I.G.P.

Art. 1.

Denominazione

La denominazione «Asparago di Badoere» I.G.P. - nelle tipologie Bianco e Verde - e' riservata ai turioni di asparago che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal presente disciplinare di produzione ai sensi del Reg. CEE 2081/92.

Art. 2.

Caratteristiche del prodotto

L'«Asparago di Badoere» deve essere costituito da turioni generati da piante della famiglia delle Liliacee - genere Asparagus - specie officinalis - varieta' «Dariana», «Thielim», «Zeno», «Avalim», «Grolim» per la tipologia «bianca», varieta' «Eros», «Thielim», «Grolim», «Dariana», «Avalim» per la tipologia «verde».

All'atto dell'immissione al consumo l'«Asparago di Badoere» I.G.P. per entrambe le tipologie deve essere:

Intero;

Sano;

Privo di danni provocati da un lavaggio inadeguato;

Pulito;

Di aspetto e di colore fresco;

Privo di parassiti;

Privo di danni provocati da parassiti;

Privo di ammaccature;

Privo di umidita' esterna anormale;

Privo di odore e/o sapore estranei;

Croccante;

Non vuoto;

Non pelato.

Il taglio alla base dovra' essere netto e perpendicolare all'asse longitudinale, ed in particolare: «Asparago di Badoere» I.G.P. - Bianco Categoria Extra.

Conformazione: turione diritto; apice molto serrato.

Colore: bianco, con possibili sfumature rosate acquisite dopo la fase di confezionamento.

Sapore: dolce, non acido, non salato, tenero, privo di fibrosita', aroma lieve di legumi freschi e spiga di grano matura, con venature di amaro appena percepibili.

Calibro: da 12 a 20 mm; con differenza massima di 6 mm tra il turione piu' grosso e il turione meno grosso all'interno dello stesso mazzo o imballaggio.

Lunghezza: compresa tra i 14 e i 22 cm; con differenza massima di 1 cm tra il turione piu' corto e quello piu' lungo all'interno dello stesso mazzo o imballaggio. Categoria Prima.

Conformazione: turione diritto; apice serrato.

Colore: bianco, con possibili sfumature rosate acquisite dopo la fase di confezionamento.

Sapore: dolce, non acido, non salato, tenero, privo di fibrosita', aroma lieve di legumi freschi e spiga di grano matura, con venature di amaro appena percepibili.

Calibro: da 10 a 22 mm; con differenza massima di 8 mm tra il turione piu' grosso e il turione meno grosso all'interno dello stesso mazzo o imballaggio.

Lunghezza: compresa tra i 14 e i 22 cm; con differenza massima di 1 cm tra il turione piu' corto e quello piu' lungo all'interno dello stesso mazzo o imballaggio. «Asparago di Badoere» I.G.P. - Verde Categoria Extra.

Conformazione: turione diritto, con possibile leggera deviazione della punta, apice molto serrato.

Colore: parte apicale - verde intenso e brillante, con possibili sfumature violacee; parte basale (non superiore al 5% del turione) - verde con variazioni violacee fino al bianco.

Sapore: dolce e marcato, non acido, non salato, non amaro, tenero, privo di fibrosita', aroma fruttato ed erbaceo persistente.

Calibro: da 12 a 20 mm; con differenza massima di 6 mm tra il turione piu' grosso e il turione meno grosso all'interno dello stesso mazzo.

Lunghezza: compresa tra i 18 e i 27 cm; con differenza massima di 1 cm tra il turione piu' corto e quello piu' lungo all'interno dello stesso mazzo. Categoria Prima.

Conformazione: turione diritto, con possibile leggera deviazione della punta, apice serrato.

Colore: parte apicale - verde intenso e brillante, con possibili sfumature violacee; parte basale (non superiore al 5% del turione) - verde con variazioni violacee fino al bianco.

Sapore: dolce e marcato, non acido, non salato, non amaro, tenero, privo di fibrosita', aroma fruttato ed erbaceo persistente.

Calibro: da 8 a 22 mm; con differenza massima di 8 mm tra il turione piu' grosso e il turione meno grosso all'interno dello stesso mazzo.

Lunghezza: compresa tra i 16 e i 27 cm; con differenza massima di 1 cm tra il turione piu' corto e quello piu' lungo all'interno dello stesso mazzo.

In relazione alle caratteristiche delle categorie sopra descritte, devono ritenersi ammesse tolleranze per un massimo del 3% per ogni tipologia.

Art. 3.

Zona di produzione e confezionamento

La zona di produzione e confezionamento dell'«Asparago di Badoere» I.G.P. comprende nell'ambito delle province di Padova, Treviso e Venezia, l'intero territorio dei seguenti comuni:

Provincia di Padova: Piombino Dese; Trebaseleghe.

Provincia di Treviso: Casale sul Sile; Casier; Istrana; Mogliano Veneto; Morgano; Paese; Preganziol; Quinto di Treviso; Resana; Treviso; Vedelago; Zero Branco.

Provincia di Venezia: Scorze'. All'interno di detta area geografica la produzione dell'«Asparago di Badoere» I.G.P. puo' avvenire esclusivamente nei terreni che soddisfano le condizioni di cui all'art. 6.

Art. 4.

Elementi comprovanti l'origine

Ogni fase del processo produttivo viene monitorata documentando per ognuna gli input (prodotti in entrata) e gli output (prodotti in uscita). In questo modo, e attraverso l'iscrizione in appositi elenchi, gestiti dalla struttura di controllo, delle particelle catastali sulle quali avviene la produzione, dei produttori, dei confezionatori nonche' attraverso la denuncia alla struttura di controllo delle quantita' prodotte, e' garantita la tracciabilita' e la rintracciabilita' (da...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA