PROVVEDIMENTO 28 luglio 2003 - Modalita' e termini di comunicazione dei dati all'anagrafe tributaria da parte degli intermediari in relazione a trasferimenti da e per l'estero di denaro, titoli e valori, nonche' delle operazioni oggetto di regolarizzazione di attivita' detenute all'estero

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

IL DIRETTORE DELL'AGENZIA

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento;

Dispone:

  1. Soggetti obbligati alla comunicazione.

1.1 Gli intermediari di cui all'art. 1 del decreto-legge 28 giugno 1990, n. 167, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 1990, n. 227, e successive modificazioni ed integrazioni, effettuano le comunicazioni ivi previste nonche' quelle dei dati relativi alle operazioni oggetto di regolarizzazione di attivita' detenute all'estero, secondo le disposizioni del presente provvedimento; 2. Dati oggetto di comunicazione.

2.1 Sono oggetto di comunicazione

  1. le evidenze relative ai trasferimenti da e per l'estero previsti all'art. 1, comma 1, del decreto-legge 28 giugno 1990, n.

    167, convertito dalla legge 4 agosto 1990, n. 227, eccedenti il limite di importo di Euro 12.500, fermo restando l'obbligo di conservazione delle evidenze eccedenti Euro 10.329,14 per i trasferimenti effettuati anteriormente al 26 dicembre 2002; b) i dati relativi ai trasferimenti verso l'estero effettuati dagli intermediari per conto di soggetti non residenti ai sensi dell'art. 1, comma 4-bis del decreto-legge 28 giugno 1990, n. 167 convertito con modificazioni dalla legge 4 agosto 1990, n. 227, contenuti nelle dichiarazioni sostitutive di cui all'art. 3 del decreto ministeriale 8 agosto 1990.

    Le comunicazioni hanno per oggetto i trasferimenti verso l'estero ed i versamenti in conto estero eccedenti il limite di importo di Euro 12.500, fermo restando l'obbligo di conservazione dei documenti, anche per importi inferiori a detto limite, ai sensi dell'art. 4 del gia' citato decreto ministeriale 8 agosto 1990; c) le informazioni relative alle operazioni di regolarizzazione delle attivita' finanziarie e di altre attivita' detenute all'estero, ai sensi degli articoli 15, comma 4, e 16 comma 2 del decreto-legge 25 settembre 2001, n. 350, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2001, n. 409, e successive modificazioni ed integrazioni, limitatamente al soggetto che effettua la regolarizzazione e al valore delle attivita' regolarizzate distinte per tipologia, effettuate negli anni 2002 e 2003.

    Non sono oggetto di comunicazione i dati riferiti alle attivita' regolarizzate dal 1° gennaio 2002 al 30 giugno 2002, che siano state successivamente rimpatriate non oltre il 30 settembre 2003; 3. Modalita' e termini di comunicazione.

    3.1 Gli intermediari devono trasmettere le notizie richieste di cui al punto 2.1, lettere a), b), e c), utilizzando il servizio telematico dell'Agenzia delle entrate, oppure, solo per le comunicazioni relative all'anno 2002, tramite supporto magnetico, secondo le specifiche tecniche indicate nell'allegato 1 del presente provvedimento. Gli archivi contenenti le comunicazioni da trasmettere tramite il servizio telematico dovranno avere dimensioni non superiori a tre MegaByte.

    3.2 I soggetti di cui al punto 1 tenuti alle comunicazioni devono utilizzare il servizio telematico Entratel o il servizio Internet in relazione ai requisiti da essi posseduti per la trasmissione telematica delle dichiarazioni.

    3.3 Gli stessi soggetti possono avvalersi, per la trasmissione dei dati indicati al punto 2, degli intermediari di cui all'art. 3, commi 2-bis e 3, del regolamento emanato con decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni.

    3.4 Le comunicazioni di cui al punto 2.1, lettera a) relative all'anno 2002 sono effettuate dal 1° al 30 novembre 2003, ai sensi del punto 2.2...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA