Allargamento dell'Unione europea. Ricognizione delle collaborazioni di tipo biomedicosanitario in atto con uno o piu' dei seguenti Paesi: Bulgaria, Repubblica Ceca, Estonia, Ungheria, Latvia, Lituania, Polonia, Romania, Slovacchia e Slovenia

 
ESTRATTO GRATUITO

Agli assessori alla sanita' delle giunte regionali: Piemonte - Lombardia - Veneto - Liguria Emilia-Romagna - Toscana - Marche Umbria - Lazio - Campania - Abruzzo Molise - Puglia - Basilicata - Calabria Valle d'Aosta - Friuli-Venezia Giulia Sardegna - Sicilia Agli assessori alla sanita' delle province di Trento e di Bolzano

Com'e' noto, sono in corso le procedure per l'allargamento dell'Unione europea ai dieci Paesi dell'Europa centroorientale indicati in oggetto, e a tal riguardo l'Unione stessa sta guidando una fase negoziale che durera' alcuni anni. In questa fase, i Paesi dell'Europa centro- orientale che hanno fatto domanda d'adesione all'Unione europea, dovranno dimostrare di aver raggiunto degli standards di qualita' in vari settori, tra i quali alcune aree d'interesse sanitario.

E' importante sottolineare il valore aggiunto che deriverebbe da una tempestiva collaborazione bilaterale in ambito sanitario con i Paesi sopra elencati, in termini d'integrazione e sostenibilita' dei Servizi sanitari nazionali, una volta che vi sara' la libera circolazione delle persone all'interno della Comunita' allargata a 25 Stati membri.

Per far si che l'Italia possa avviare fruttuosamente delle collaborazioni in ambito sanitario con questi Paesi, e' propedeutica una ricognizione di tutte le collaborazioni al momento in essere tra le strutture sanitarie italiane e quelle appartenenti ai Paesi del centroest Europa.

Lo scopo di questa ricognizione e' di predisporre un inventario delle collaborazioni in atto anche al fine di evitare duplicazioni di interventi nella stipula di accordi internazionali in campo biomedicosanitario di competenza dello Stato, ai sensi della legge 15 marzo 1997, n. 59.

Pertanto, si prega di voler far pervenire, preferibilmente avvalendosi del modulo in allegato, entro e non oltre sessanta giorni dalla pubblicazione della presente circolare nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, l'elenco delle collaborazioni in atto in campo biomedicosanitario da parte delle strutture sanitarie (AA.SS.LL., UU.SS.LL., aziende ospedaliere)...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA