n. 79 ORDINANZA (Atto di promovimento) 23 gennaio 2014 -

 
ESTRATTO GRATUITO

IL TRIBUNALE Con decreto datato 8 marzo 2013 il P.M. dispose che K. M. fosse tratto a giudizio per rispondere dei reati di cui agli artt. 648 c.p. e 474 c.p. commessi in Genova il 9 novembre 2012. L'imputato e' stato accusato, in particolare, di aver acquistato o comunque ricevuto capi di abbigliamento recanti il marchio contraffatto di note «griffes» internazionali e di averli detenuti al fine di farne commercio. All'udienza del 12 novembre 2013, a mezzo del difensore munito di procura speciale, l'imputato ha avanzato istanza di giudizio abbreviato, e' stato dunque acquisito il fascicolo del Pubblico Ministero. Il procedimento e' stato poi rinviato al 14 novembre 2013 (data in cui le parti hanno formulato le rispettive conclusioni) ed infine alla data odierna. Ad avviso di questo Giudice, le emergenze degli atti conducono ad un'affermazione di penale responsabilita' dell'imputato. E' provata, infatti, la contraffazione dei marchi ed e' provato che le merci erano nella disponibilita' di K. M. il quale le deteneva: in parte, in un borsone che aveva al seguito quando fu avvicinato dagli operanti;

in parte, nella propria abitazione, sita in via F.. Lo stesso imputato dichiaro' spontaneamente agli operanti di essere il proprietario delle merci e, nel giudizio abbreviato, tali spontanee dichiarazioni sono utilizzabili ai fini della decisione. Che la detenzione fosse finalizzata alla vendita emerge dalla quantita' complessiva e dalle caratteristiche dei prodotti. Il P.M. ha contestato all'imputato la recidiva, reiterata, specifica ed infraquinquennale. La circostanza aggravante di cui all'art. 99 comma 4 c.p. e' sussistente. Si tratta pero' di recidiva reiterata e specifica, ma non infraquinquennale. Dall'elenco dei precedenti dattiloscopici risulta infatti che l'odierno imputato e' stato fotosegnalato sotto le generalita' di K. M. nato in Senegal il 12 febbraio 1977, oltre che il giorno dei fatti, anche in altre circostanze ed in particolare: il 3 febbraio 2000 a Genova, il 4 giugno 2000 a Voghera, l'8 aprile 2004 a Tortona. Il certificato del casellario a nome di K. M. nato in Senegal il 12 febbraio 1977 riporta condanne per reati commessi nelle date in cui furono eseguiti i rilievi fotosegnaletici sicche' non v'e' dubbio alcuno che quel certificato si riferisca alla persona dell'imputato. Nello stesso compaiono tre condanne per violazione degli artt. 648 e 474 c.p. l'ultima delle quali e' divenuta irrevocabile il 28 febbraio 2005 (piu' di...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA