CONCORSO (scad. 13 gennaio 2010) - Corso per «Esperti in tutela della proprieta' intellettuale con specializzazione sul mercato cinese» - III edizione - 2009/2010.

 
ESTRATTO GRATUITO

IL PRESIDENTE dell' Istituto nazionale per il commercio estero Vista la legge n. 68 del 25 marzo 1997, 'Riforma dell'ICE';

Visto il decreto ministeriale 11 novembre 1997, n. 474, 'Regolamento recante l'approvazione dello Statuto dell'ICE';

Visto il decreto ministeriale dell'11 giugno 2007 del Ministero del commercio internazionale concernente le 'Linee di indirizzo dell'attivita' promozionale per gli anni 2008-2010';

Vista la delibera n. 01/09 'Programma delle attivita' promozionali 2009' e la relativa approvazione intervenuta con D.D.G.

per le politiche di internazionalizzazione e la promozione scambi del Ministero dello sviluppo economico del 20 maggio 2009;

Vista la delibera n. 266/09 del 5 ottobre 2009, doc. C/2;

Ha determinato la realizzazione della III edizione del corso post-laurea IDEA CINA, iniziativa dedicata alla formazione di esperti in tutela della proprieta' intellettuale destinati ad essere impiegati, presso aziende italiane, studi legali e professionali, societa' di consulenza, architettura e design, consorzi e istituzioni, al fine di contribuire ad accrescere la competitivita' del sistema Italia e la tutela del Made in Italy.

Art. 1

Obiettivi e struttura del corso L'Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE), che provvede autonomamente all'attuazione del Programma Promozionale secondo le indicazioni programmatiche del Ministero vigilante, organizza la III edizione di IDEA CINA, corso di specializzazione riservato a 12 laureati vincitori delle prove di selezione di cui al presente bando.

Il corso post-laurea, a tempo pieno e con frequenza obbligatoria, avra' inizio a febbraio 2010 e terminera' entro la fine del 2010 con lo svolgimento di un esame finale e la presentazione dei progetti di stage. Inizio e termine delle attivita' potranno subire modifiche per esigenze didattiche e organizzative.

L'iniziativa, della durata di c.a. 10 mesi, comprese le previste sospensioni, prevede:

la formazione in aula (c.a. 4 mesi/560 ore) sulle seguenti materie: marchi, brevetti, design, copyright, contrattualistica, indicazioni geografiche, politiche commerciali, tutela giurisdizionale, economia e marketing internazionale, organizzazione aziendale, cross-culture management, legislazione cinese, casi studio con testimonianze di imprese, studi legali e intellectual property manager;

lo stage in Italia (c.a. 2 mesi /350 ore);

tre settimane (c.a. 192 ore) di studio e approfondimento presso un'universita' cinese (study tour), visite e incontri con esperti di studi legali, aziende e istituzioni;

lo stage in Cina (c.a. 2 mesi/350 ore).

La fase di formazione in aula avra' luogo presso la sede del MIP Politecnico di Milano, via Lambruschini n. 4C - building 26/A - 20156

Milano; la didattica si svolgera' in forma attiva e comprendera' esercitazioni pratiche, seminari, casi simulati, testimonianze, visite esterne e studio individuale. Alcuni interventi in aula saranno svolti in lingua inglese.

Al termine del Corso, ai partecipanti che avranno superato le verifiche intermedie e l'esame finale, verra' rilasciato un diploma con votazione espressa in centesimi.

Art. 2

Requisiti di ammissione Gli aspiranti, alla data di scadenza di cui all'art. 4, devono essere in possesso delle lauree (vecchio ordinamento, laurea breve, laurea specialistica) in: giurisprudenza, economia, ingegneria, biotecnologie, chimica, farmacia, architettura e design.

I candidati in possesso di titoli di studio non rilasciati da universita' italiane dovranno essere in possesso del riconoscimento da parte di una universita' italiana del proprio titolo di studio straniero ai sensi dell'art. 38, comma 3, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

I candidati devono, inoltre, soddisfare i seguenti requisiti:

  1. non aver compiuto 32 anni al momento della scadenza del bando;

  2. cittadinanza italiana, di altro Stato membro dell'Unione europea o di Stato extracomunitario (in quest'ultimo caso i candidati dovranno essere regolarmente soggiornanti in Italia);

  3. godimento dei diritti politici (nello Stato di provenienza o appartenenza);

  4. non aver riportato condanne penali e/o essere...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA