CONCORSO (scad. 28 settembre 2009) - Concorso per l'ammissione ai corsi di dottorato di ricerca del XXV ciclo - A.A. 2009/2010

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

(D.R. n. 317).

IL RETTORE Vista la legge 13 agosto 1984, n. 476, recante norme in materia di borse di studio e di dottorato di ricerca nelle universita';

Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168, riguardante l'istituzione del Ministero dell'universita' e della ricerca scientifica e tecnologica e successive modificazioni e integrazioni;

Visto il decreto interministeriale del 13 aprile 1990, con cui e' stata determinata la natura minima delle borse nonche' i limiti e la natura del reddito personale complessivo per poterne usufruire;

Vista la legge 5 febbraio 1992, n. 104, ed in particolare l'art.

20 e successive modificazioni ed integrazioni;

Vista la legge 31 dicembre 1996, n. 675 e successive modificazioni ed integrazioni;

Vista la legge 27 dicembre 1997, n. 449, ed in particolare l'art.

51, comma 6, relativo agli assegni di ricerca;

Visto l'art. 4 della legge 3 luglio 1998, n. 210, che prevede che le universita', con proprio regolamento, disciplinino l'istituzione dei corsi di dottorato, le modalita' di accesso e di conseguimento del titolo, gli obiettivi formativi ed il relativo programma di studi, la durata, il contributo per l'accesso e la frequenza, le modalita' di conferimento e l'importo delle borse di studio, nonche' le convenzioni con soggetti pubblici e privati, in conformita' ai criteri generali e ai requisiti di idoneita' delle sedi determinati con decreto del Ministro;

Visto il decreto ministeriale 30 aprile 1999, n. 224, che regolamenta la materia del dottorato di ricerca;

Visto il decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, relativo all'autonomia didattica degli atenei;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 aprile 2001 recante disposizioni per l'uniformita' di trattamento sul diritto agli studi universitari;

Vista la legge 28 dicembre 2004, n. 448, ed in particolare l'art.

52, comma 57;

Visto lo statuto del Politecnico di Bari emanato con decreto rettorale n. 625 del 29 novembre 2002;

Visto il regolamento dei corsi di dottorato di ricerca del Politecnico di Bari emanato con decreto rettorale n. 71 del 3 febbraio 2003;

Visto il decreto ministeriale 23 ottobre 2003, n. 198, articoli 3 e 6, il decreto ministeriale 9 agosto 2004, n. 263 e il decreto ministeriale 3 novembre 2005, n. 492;

Vista la nota ministeriale protocollo n. 715 del 3 aprile 2009 relativa ai criteri di assegnazione borse aggiuntive dottorato di ricerca es. fin. 2008 e il relativo 'congelamento' al ciclo successivo per lo stesso dottorato;

Vista la deliberazione del senato accademico, resa nella seduta del 15 giugno 2009, in relazione ai criteri e alle modalita' per la ripartizione del 'Fondo per il sostegno dei giovani e per favorire la mobilita' degli studenti' ai sensi del decreto ministeriale 23 ottobre 2003, n. 198, articoli 3 e 6, del decreto ministeriale 9 agosto 2004, n. 263 e del decreto ministeriale 3 novembre 2005, n.

492 - es. fin. 2008;

Visto il decreto ministeriale 18 giugno 2008 'aumento dell'importo annuale delle borse di dottorato di ricerca';

Acquisito il parere del nucleo di valutazione dell'ateneo in data 27 luglio 2009, relativo alla sussistenza dei requisiti di idoneita' per l'istituzione e l'attivazione dei corsi di dottorato di ricerca XXV ciclo;

Visto il proprio decreto n. 314 del 27 luglio 2009 con il quale e' stato determinato l'importo unitario complessivo di una borsa di dottorato di ricerca, l'ammontare annuo delle tasse e contributi che devono versare coloro che non usufruiscono della borsa di studio, nonche' i criteri per l'esonero dal pagamento delle tasse e contributi, per l'accesso ai corsi e alla relativa frequenza;

Accertata la disponibilita' finanziaria;

Vista la delibera del senato accademico del 6 agosto 2009 con cui e' stata approvata l'istituzione dei corsi di dottorato di ricerca per l'anno accademico 2009/2010 (XXV ciclo) ed e' stato determinato il numero dei posti a concorso e delle relative borse e contestualmente e' stato approvato il bando di concorso per l'ammissione ai corsi di dottorato di ricerca del XXV ciclo (A.A.

2009/2010), con sede amministrativa interna;

Decreta:

Art. 1.

Istituzione e attivazione E' istituito per l'anno accademico 2009/2010 presso il Politecnico di Bari il XXV ciclo dei corsi di dottorato di ricerca.

Sono indetti altresi' pubblici concorsi, per esami, ai fini dell'ammissione ai corsi di dottorato di seguito elencati.

Per ciascun dottorato vengono indicati:

i posti messi a concorso (*);

il numero delle borse di studio;

il tipo di titolo richiesto;

la durata del corso;

gli eventuali curricula specialistici;

la/e lingua/e straniera/e obbligatoria/e.

(*) I posti messi a concorso sono determinati sulla base dei seguenti criteri:

  1. posti con borse di studio finanziati con:

    fondi del Politecnico di Bari;

    convenzioni con soggetti pubblici e privati in possesso di requisiti di elevata qualificazione culturale e scientifica e di personale, strutture ed attrezzature idonee;

  2. posti da destinare a laureati da ammettere al corso di dottorato senza borsa di studio e con il pagamento di tasse e contributi per l'accesso e la frequenza.

    Dottorato di ricerca in progettazione architettonica per i Paesi del Mediterraneo:

    posti messi a concorso: 6;

    borse di studio 'Politecnico': 3;

    altre borse di studio: -;

    tipo di laurea richiesta: laurea in architettura ex tabella XXX (decreto ministeriale 24 febbraio 1993); laurea specialistica in architettura classe 4S (ex decreto ministeriale 3 novembre 1999 e 28 novembre 2000);

    durata del corso: 3 anni;

    lingua/e straniera/e obbligatoria/e: inglese.

    Dottorato di ricerca in ingegneria edile:

    posti messi a concorso: 4;

    borse di studio 'Politecnico': 2;

    altre borse di studio: -;

    tipo di laurea richiesta: 4/S (classe delle lauree specialistiche dell'architettura e dell'ingegneria edile) ex decreto ministeriale n.

    509/1999; 28/S (classe delle lauree specialistiche in ingegneria civile) ex decreto ministeriale n. 509/1999; LM 4 (classe delle lauree magistrali in architettura e ingegneria edile-architettura) ex decreto ministeriale n. 270/2004; LM 24 (classe delle lauree magistrali in ingegneria dei sistemi edilizi) ex decreto ministeriale n. 270/2004; LM 23 (classe delle lauree magistrali in ingegneria civile) ex decreto ministeriale n. 270/2004; ingegneria edile (V.O.

    quinquennale); ingegneria civile (V.O. quinquennale);

    durata del corso: 3 anni;

    lingua/e straniera/e obbligatoria/e: inglese.

    Dottorato di ricerca in scienze dell'ingegneria civile e ambientale:

    posti messi a concorso: 4;

    borse di studio 'Politecnico': 2;

    altre borse di studio: -;

    tipo di laurea richiesta: laurea in architettura (di durata quinquennale), laurea in ingegneria civile (di durata quinquennale), laurea in ingegneria per l'ambiente e il territorio (di durata quinquennale), laurea in ingegneria edile (di durata quinquennale), laurea in ingegneria meccanica (di durata quinquennale), laurea in ingegneria gestionale (di durata quinquennale), laurea specialistica in una delle classi 4/S, 28/S, 34/S, 36/S, 38/S;

    durata del corso: 3 anni;

    lingua/e straniera/e obbligatoria/e: inglese.

    Dottorato di ricerca in ingegneria della prevenzione incendi:

    posti messi a concorso: 4;

    borse di studio 'Politecnico': 2;

    altre borse di studio: -;

    tipo di laurea richiesta: laurea quinquennale in architettura (vecchio ordinamento), laurea specialistica/magistrale in architettura (classi 4/S - LM-4); laurea quinquennale in ingegneria (vecchio ordinamento), laurea specialistica/magistrale in ingegneria (classi da 25/S a 38/S ovvero classi da LM-20 a LM 35); laurea in giurisprudenza (vecchio ordinamento), laurea specialistica/magistrale (classe 22/S ovvero LMG /01); laurea in scienze forestali e ambientali (vecchio ordinamento), laurea specialistica/magistrale in scienze e gestione delle risorse rurali e forestali (classi 74S Scienze e gestione delle risorse rurali e forestali, ovvero LM/73 Scienze e tecnologie forestali e ambientali);

    durata del corso: 3 anni;

    lingua/e straniera/e obbligatoria/e: inglese.

    Dottorato di ricerca in ingegneria per l'ambiente e il territorio:

    posti messi a concorso: 6;

    borse di studio 'Politecnico': 1;

    borse di studio 'fondo per il sostegno dei giovani a favorire la mobilita' degli studenti': 2;

    altre borse di studio: -;

    tipo di laurea richiesta: laurea in ingegneria (di durata quinquennale), laurea specialistica in ingegneria;

    durata del corso: 3 anni;

    lingua/e straniera/e obbligatoria/e: inglese.

    Dottorato di ricerca in sistemi di vie e trasporti, territorio e innovazione tecnologica:

    posti messi a concorso: 4;

    borse di studio 'Politecnico': 2;

    altre borse di studio: -;

    tipo di laurea richiesta: laurea in ingegneria (di durata quinquennale), laurea in architettura (di durata quinquennale), laurea in economia e commercio (di durata quinquennale), laurea specialistica in una delle classi 1/S, 3/S, 4/S, 25/S, 26/S, 27/S, 28/S, 29/S, 30/S, 31/S, 32/S, 33/S, 34/S, 35/S, 36/S, 37/S, 38/S, 54/S, 60/S, 61/S, 64/S, 82/S, 83/S, 84/S, 88/S, 90/S, 91/S, 92/S;

    durata del corso: 3 anni;

    lingua/e straniera/e obbligatoria/e: inglese.

    Dottorato di ricerca in ingegneria e chimica per la tutela degli ecosistemi:

    posti messi a concorso: 4;

    borse di studio 'Politecnico': 2;

    altre borse di studio: -;

    tipo di laurea richiesta: laurea in ingegneria V.O., laurea in chimica V.O., laurea specialistica in una delle classi (decreto ministeriale n. 509) 4/S, 27/S, 28/S, 29/S, 30/S, 31/S, 32/S...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA