Sentenza nº 5766 da Consiglio di Stato, 21 Novembre 2014

Data di Resoluzione:21 Novembre 2014
Emittente:Consiglio di Stato
 
ESTRATTO GRATUITO

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Quinta)

ha pronunciato la presente

DECISIONE

Francesco Caringella, Presidente FF

Paolo Giovanni Nicolo' Lotti, Consigliere

Fulvio Rocco, Consigliere

Doris Durante, Consigliere, Estensore

Carlo Schilardi, Consigliere

per l'ottemperanza

della sentenza del CONSIGLIO DI STATO - SEZIONE VI n. 4196/2011.

sul ricorso numero di registro generale 3712 del 2012, proposto da:

Fisia Italimpianti S.p.A., in persona del legale rappresentante in carica, rappresentata e difesa dall'avvocato Riccardo Farnetani, con domicilio eletto presso l'avvocato Damiano Pallottino in Roma, piazza dei Caprettari, n. 70;

Regione Toscana, in persona del legale rappresentante in carica, rappresentata e difesa dagli avvocati Lucia Bora e Nicola Gentini, con domicilio eletto presso l'avvocato Pasquale Mosca in Roma, corso d'Italia, n. 102;

Comune di Capannori, in persona del legale rappresentante in carica, rappresentato e difeso dagli avvocati Lida Celli e Giovanni Pasquale Mosca, con domicilio eletto presso Pasquale Mosca in Roma, corso d'Italia, n. 102;

Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;

Visti gli atti di costituzione in giudizio della Regione Toscana e del Comune di Capannori;

Vista la sentenza Consiglio di Stato, sezione VI, n. 496 del 2011;

Vista la sentenza Consiglio di Stato, sezione V, n. 5621 del 7 novembre 2012;

Visto il Reclamo ex art. 114 del d. lgs. n. 104 del 2010;

Viste le memorie difensive;

Visto l 'art. 114 del d. lgs. n. 104 del 2010;

Visti tutti gli atti della causa;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 29 luglio 2014 il Consigliere Doris Durante;

Uditi per le parti gli avvocati Riccardo Farnetani e Giovanni Pasquale Mosca anche su delega dell'avvocato Lucia Bora;

Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.

FATTO e DIRITTO

  1. - Con sentenza del Consiglio di Stato sezione VI, n. 496 del 2011 è stato parzialmente accolto l'appello proposto da Fisia Impianti S.p.A. avverso la sentenza del TAR Toscana n. 845 del 2009, con condanna della Regione Toscana e del Comune di Capannori a risarcire all'appellante il danno a titolo di responsabilità precontrattuale, determinato, facendo uso del canone equitativo di cui all'art. 1226 cod. civ., nella misura del 40% delle spese effettivamente sostenute per la partecipazione alla gara, comprese le spese di progettazione, distribuendo il complessivo onere risarcitorio nella misura del 60% a carico del Comune di Capannori e del 40% a carico della Regione Toscana.

  2. - Con sentenza n. 5621 del 2012, questa...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA