CONCORSO - Concorso pubblico, per titoli ed esami, a cinque posti di architetto da inserire nell'area dei professionisti dell'istituto nazionale per il commercio estero.

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

Art. 1.

Concorso e posti

E' indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, a cinque posti di Architetto da inserire nell'Area dei Professionisti dell'istituto nazionale per il Commercio Estero.

Art. 2.

Requisiti per l'ammissione

  1. Per l'ammissione al concorso e' richiesto il possesso dei seguenti requisiti: a) cittadinanza italiana, ovvero cittadinanza di uno degli stati membri dell'Unione Europea. I cittadini di Stati membri dell'Unione Europea debbono possedere tutti i requisiti richiesti ai cittadini della Repubblica italiana, godere dei diritti civili e politici nello stato di' appartenenza o di provenienza ed avere un'adeguata conoscenza della lingua italiana; b) diploma di laurea - decreto-legge (vecchio ordinamento) in Architettura, ovvero Laurea Specialistica - LS (nuovo ordinamento) della classe CLS 4/5, formalmente equiparata al diploma quinquennale in Architettura ai sensi del decreto MIUR 5 maggio 2004 «Equiparazioni dei diplomi di laurea (DL) secondo il vecchio ordinamento alle nuove classi delle lauree specialistiche (LS) ai fini della partecipazione ai concorsi pubblici». I titoli sopra citati si intendono conseguiti presso universita' o altri istituti equiparati della Repubblica Italiana. I titoli accademici rilasciati all'estero saranno considerati utili purche' riconosciuti equipollenti alle lauree suddette ai sensi dell'art. 38, comma 3, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. A tal fine, nella domanda di' concorso devono essere indicati, a pena di esclusione, gli estremi del provvedimento di riconoscimento dell'equipollenza al corrispondente titolo di studio italiano in base alla normativa vigente. Le equipollenze devono esistere alla data di scadenza per la presentazione delle domande; c) abilitazione all'esercizio della professione di architetto; d) idoneita' fisica all'impiego; e) godimento dei diritti politici; f) non possono accedere al concorso coloro che siano stati esclusi dall'elettorato politico attivo, nonche' coloro che siano stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell'art. 127, primo comma, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, ed ai sensi delle corrispondenti disposizioni dei contratti collettivi nazionali di lavoro relativi al personale dei vari comparti.

  2. I requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione al concorso indicata nel successivo articolo 3.

  3. E' cura di ciascun candidato, prima di presentare la domanda di partecipazione, valutare e verificare se possiede tutti i requisiti di ammissione specificati nel bando di concorso. L'Amministrazione verifica la validita' delle domande solo dopo lo svolgimento dell'eventuale test di preselezione e limitatamente ai candidati che hanno superato il suddetto test. La mancata esclusione dal test di preselezione non costituisce, percio', garanzia della regolarita', ne' sana la irregolarita' della domanda di partecipazione al concorso.

    Art. 3.

    Presentazione della domanda. Termini e modalita'

  4. La domanda di ammissione al concorso, redatta in carta semplice, secondo lo schema, di cui al punto successivo, dovra' essere spedita esclusivamente tramite servizio postale a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo: Istituto nazionale per il commercio estero - Dipartimento personale, relazioni sindacali e servizi generali - archivio del personale - via Liszt, 21 - 00144 Roma entro il termine perentorio di giorni trenta dal giorno successivo a quello di pubblicazione del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale - 4ª Serie speciale.

    La data di invio del modulo e' stabilita dal timbro a data apposto dall'ufficio postale accettante.

  5. Nella domanda l'aspirante deve dichiarare, sotto la propria responsabilita', ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000, quanto segue: a) il cognome ed il nome; b) la data ed il luogo di nascita e di' residenza; c) il codice fiscale; d) di' essere in possesso della cittadinanza italiana ovvero della cittadinanza di uno degli Stati membri dell'Unione Europea; e) di godere dei diritti politici; f) le eventuali condanne penali riportate in Italia od all'estero; la dichiarazione deve essere resa anche se negativa; g) il titolo di studio posseduto, con l'esatta indicazione dell'Universita' che Io ha rilasciato e dell'anno accademico in cui e' stato conseguito, nonche' gli estremi del provvedimento di riconoscimento di equipollenza con uno dei titoli di studio richiesti qualora il titolo sia stato conseguito all'estero; h) di essere in possesso dell'abilitazione all'esercizio della professione di architetto; i) idoneita' fisica al servizio continuativo ed incondizionato all'impiego al quale il concorso si riferisce; j) se soggetto all'obbligo di leva, di essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo; k) i servizi eventualmente prestati come dipendente di pubbliche amministrazioni o di enti pubblici, le cause di risoluzione di eventuali precedenti rapporti di pubblico impiego e gli eventuali procedimenti disciplinari subiti o in corso; l) le prove linguistiche facoltative, di cui all'art. 7 del presente bando, che intende eventualmente sostenere; m) i titoli, dei quali e' eventualmente in possesso, che possono dare punteggio aggiuntivo, ai sensi dell'art. 8 del presente bando.

    Tali titoli devono essere posseduti al termine di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al concorso. I titoli non espressamente dichiarati nella domanda di ammissione alle prove concorsuali non sono presi in considerazione in sede di valutazione; n) i titoli, previsti dalle vigenti disposizioni, dei quali e' eventualmente in possesso, che danno luogo a riserve di posto e, a parita' di punteggio, a preferenza, ai sensi dell'art. 10 del presente bando. Tali titoli devono essere posseduti al termine di' scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al concorso. I titoli non...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA