COMUNICATO - Conferimento di onorificenze al valore Aeronautico (13A03482)

 
ESTRATTO GRATUITO

Con il decreto presidenziale n. 16 in data 5 giugno 2012 al Capitano (ora Maggiore) Ruolo Naviganti Normale dell'Arma Aeronautica Andrea COSMACINI, nato il 5 gennaio 1974 a Cividale del Friuli (Udine), e' stata concessa la medaglia di bronzo al valore aeronautico con la seguente motivazione: «Capo equipaggio di velivolo da trasporto impiegato in una missione finalizzata all'evacuazione di cittadini italiani e di altre nazionalita' dal Libano, agiva in un contesto operativo particolarmente delicato e caratterizzato da numerose insidie. Consapevole della criticita' della situazione e dello stato di grave disagio in cui i profughi versavano, conduceva con slancio e generosita' le operazioni di volo e di terra al fine di portare tutti i civili in salvo, infondendo loro tranquillita' e serenita'. Con il suo operato straordinariamente incisivo e pragmatico e le sue non comuni doti di direzione e coordinamento del proprio equipaggio, affrontava e portava a termine, con efficacia e in tempi ristretti, le molteplici attivita' di pianificazione e condotta inerenti il difficile compito assegnatogli. Esemplare figura di ufficiale che, in un'area di crisi di particolari rilievo e complessita', nonche' grande visibilita', dava prova di eccezionale perizia e di concreta sensibilita' militare e umana, contribuendo, in modo altamente significativo, ad accrescere il lustro e il prestigio della Forza Armata». Aeroporto di Latakia (Siria) - Aeroporto di Larnaca (Cipro), 15 e 16 luglio 2006. Con il decreto presidenziale n. 17 in data 5 giugno 2012 al Tenente (ora Capitano) Ruolo Naviganti Speciale dell'Arma aeronautica Stefano SAVOIA, nato il 31 marzo 1979 a Ravenna, e' stata concessa la medaglia di bronzo al valore aeronautico con la seguente motivazione: «Copilota di velivolo da trasporto impiegato in una missione finalizzata all'evacuazione di cittadini italiani e di altre nazionalita' dal Libano, agiva in un contesto operativo particolarmente delicato e caratterizzato da numerose insidie. Consapevole della criticita' della situazione e dello stato di grave disagio in cui i profughi versavano, conduceva con slancio e generosita' le operazioni di volo e di terra al fine di portare tutti i civili in salvo, infondendo loro tranquillita' e serenita'. Con il suo operato incisivo e pragmatico affrontava e portava a termine, con efficacia e in tempi ristretti, le molteplici attivita' inerenti il difficile compito assegnatogli. Esemplare figura di ufficiale che, in un'area di crisi di particolari rilievo e complessita', nonche' grande visibilita', dava prova di eccezionale perizia e di concreta sensibilita' militare e umana, contribuendo, in modo altamente significativo, ad accrescere il lustro e il prestigio della Forza Armata». Aeroporto di Latakia (Siria) - Aeroporto di Larnaca (Cipro), 15 e 16 luglio 2006. Con il decreto presidenziale n. 18 in data 5 giugno 2012 al Sottotenente (ora Tenente) Ruolo Naviganti Speciale dell'Arma Aeronautica Sandro OBEROI, nato il 22 settembre 1983 a Bologna, e' stata concessa la medaglia di bronzo al valore aeronautico con la seguente motivazione: «Copilota di velivolo da trasporto impiegato in una missione finalizzata all'evacuazione di cittadini italiani e di altre nazionalita' dal Libano, agiva in un contesto operativo particolarmente delicato e caratterizzato da numerose insidie. Consapevole della criticita' della situazione e dello stato di grave disagio in cui i profughi versavano, conduceva con slancio e generosita' le operazioni di volo e di terra al fine di portare tutti i civili in salvo, infondendo loro tranquillita' e serenita'. Con il suo operato incisivo e pragmatico affrontava e portava a termine, con efficacia e in tempi ristretti, le molteplici attivita' inerenti il difficile compito assegnatogli. Esemplare figura di ufficiale che, in un'area di crisi di particolari rilievo e complessita', nonche' grande visibilita', dava prova di eccezionale perizia e di concreta sensibilita' militare e umana, contribuendo, in modo altamente significativo, ad accrescere il lustro e il prestigio della Forza Armata». Aeroporto di Latakia (Siria) - Aeroporto di Larnaca (Cipro), 15 e 16 luglio 2006. Con il decreto presidenziale n. 19 in data 5 giugno 2012 al Primo Maresciallo Luogotenente Equipaggi di Volo/Operatore di Bordo Giovanni DELLA CORTE, nato il 13 dicembre 1952 a Piscinola (Napoli), e' stata concessa la medaglia di bronzo al valore aeronautico con la seguente motivazione: «Direttore di carico di velivolo da trasporto impiegato in una missione finalizzata all'evacuazione di cittadini italiani e di altre nazionalita' dal Libano, agiva in un contesto operativo particolarmente delicato e caratterizzato da numerose insidie. Consapevole della criticita' della situazione e dello stato di grave disagio in cui i profughi versavano, conduceva con slancio e generosita' le operazioni di volo e di terra al fine di portare tutti i civili in salvo, infondendo loro tranquillita' e serenita'. Con il suo operato incisivo e pragmatico affrontava e portava a termine, con efficacia e in tempi ristretti, le molteplici attivita' inerenti il difficile compito assegnatogli. Esemplare figura di sottufficiale che, in un'area di crisi di particolari rilievo e complessita', nonche' grande visibilita', dava prova di eccezionale perizia e di concreta sensibilita' militare e umana, contribuendo, in modo altamente significativo, ad accrescere il lustro e il prestigio della Forza Armata». Aeroporto di Latakia (Siria) - Aeroporto di Larnaca (Cipro), 15 e 16 luglio 2006. Con il decreto presidenziale n. 20 in data 5 giugno 2012 al Primo Maresciallo Luogotenente Equipaggi di Volo/Operatore di Bordo Raffaele PASCALI, nato il 13 dicembre 1959 a Calimera (LE), e' stata concessa la medaglia di bronzo al valore aeronautico con la seguente motivazione: «Direttore di carico di velivolo da trasporto impiegato in una missione finalizzata all'evacuazione di cittadini italiani e di altre nazionalita' dal Libano, agiva in un contesto operativo particolarmente delicato e caratterizzato da numerose insidie. Consapevole della criticita' della situazione e dello stato di grave disagio in cui i profughi versavano, conduceva con slancio e generosita' le operazioni di volo e di terra al fine di portare tutti i civili in salvo, infondendo loro tranquillita' e serenita'. Con il suo operato incisivo e pragmatico affrontava e portava a termine, con efficacia e in tempi ristretti, le molteplici attivita' inerenti il difficile compito assegnatogli. Esemplare figura di sottufficiale che, in un'area di crisi di particolari rilievo e complessita', nonche' grande visibilita', dava prova di eccezionale perizia e di concreta sensibilita' militare e umana, contribuendo, in modo altamente significativo, ad accrescere il lustro e il prestigio della Forza Armata». Aeroporto di Latakia (Siria) - Aeroporto di Larnaca (Cipro), 15 e 16 luglio 2006. Con il decreto presidenziale n. 21 in data 5 giugno 2012 al Primo Maresciallo Equipaggi di Volo/Operatore di Bordo Tommaso ESPOSITO, nato il 15 agosto 1963 a Portici (Napoli), e' stata concessa la medaglia di bronzo al valore aeronautico con la seguente motivazione: «Direttore di carico di velivolo da trasporto impiegato in una missione finalizzata all'evacuazione di cittadini italiani e di altre nazionalita' dal Libano, agiva in un contesto operativo particolarmente delicato e caratterizzato da numerose insidie. Consapevole della criticita' della situazione e dello stato di grave disagio in cui i profughi versavano, conduceva con slancio e generosita' le operazioni di volo e di terra al fine di portare tutti i civili in salvo, infondendo loro tranquillita' e serenita'. Con il suo operato incisivo e pragmatico affrontava e portava a termine, con efficacia e in tempi ristretti, le molteplici attivita' inerenti il difficile compito assegnatogli. Esemplare figura di sottufficiale che, in un'area di crisi di particolari rilievo e complessita', nonche' grande visibilita', dava prova di eccezionale perizia e di concreta sensibilita' militare e umana, contribuendo, in modo altamente significativo, ad accrescere il lustro e il prestigio della Forza Armata». Aeroporto di Latakia (Siria) - Aeroporto di Larnaca (Cipro), 15 e 16 luglio 2006. Con il decreto presidenziale n. 22 in data 29 ottobre 2012 al Maggiore ruolo normale del corpo sanitario aeronautico Andrea DE DOMENICO, nato il 21 giugno 1972 a Roma, e' stata concessa la medaglia d'argento al valore aeronautico con la seguente motivazione: «Ufficiale del corpo sanitario impegnato in una missione di recupero feriti a bordo di elicottero, operava con coraggio e decisione in condizioni di estremo pericolo, prestando le necessarie cure mediche al personale coinvolto e contribuendo, in modo decisivo, a salvarne la vita». Herat (Afghanistan), 6 novembre 2009. Con il decreto presidenziale n. 23 in data 29 ottobre 2012 al Capitano ruolo naviganti speciale dell'Arma Aeronautica Roberto GRASSO, nato il 28 marzo 1979 a Latina, e' stata concessa la medaglia d'argento al valore aeronautico con la seguente motivazione: «Pilota capo equipaggio di elicottero impegnato in una missione di recupero feriti, portava a termine la missione assegnata con competenza e coraggio, in condizioni di pericolo e di estrema difficolta' operativa, salvando la vita del personale coinvolto e conducendo il proprio equipaggio incolume alla base». Herat (Afghanistan), 6 novembre 2009. Con il decreto presidenziale n. 24 in data 29 ottobre 2012 al Tenente (ora Capitano) ruolo naviganti speciale dell'Arma Aeronautica Domenico PISANI, nato il 20 febbraio 1980 a Tricarico (MT), e' stata concessa la medaglia d'argento al valore aeronautico con la seguente motivazione: «Pilota capo equipaggio di elicottero impegnato in una missione di recupero feriti al comando di una formazione di due aeromobili, operava con coraggio, sangue freddo e decisione, in condizioni di pericolo e di estrema difficolta' operativa...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA