CONCORSO (scad. 3 ottobre 2008) - Concorso per due borse di studio intitolate a «Giorgio Mortara» destinate ...

 
ESTRATTO GRATUITO

Concorso per due borse di studio intitolate a «Giorgio Mortara» destinate al perfezionamento degli studi all'estero sulle metodologie matematiche, statistiche ed econometriche, principalmente finalizzate all'analisi delle istituzioni, dei mercati e degli strumenti finanziari e della loro regolamentazione.

Concorso per due borse di studio intitolate a 'Giorgio Mortara' destinate al perfezionamento degli studi all'estero sulle metodologie matematiche, statistiche ed econometriche, principalmente finalizzate all'analisi delle istituzioni, dei mercati e degli strumenti finanziari e della loro regolamentazione.

Art. 1.

Campo tematico e caratteristiche delle borse di studio La Banca d'Italia mette a concorso due borse di studio intitolate a 'Giorgio Mortara' destinate al perfezionamento degli studi all'estero sulle metodologie matematiche, statistiche ed econometriche, principalmente finalizzate all'analisi delle istituzioni, dei mercati e degli strumenti finanziari e della loro regolamentazione. Le borse comportano l'obbligo della frequenza per l'anno accademico 2009/2010, presso universita' degli Stati Uniti d'America, del Canada, dell'Australia, di Israele o di un Paese dell'Europa, di un corso di perfezionamento in linea con gli studi svolti, di durata prevista non inferiore a 9 mesi.

Art. 2.

Requisiti di partecipazione Possono partecipare al concorso coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:

1) cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell'Unione europea;

2) laurea specialistica/magistrale ovvero laurea quadriennale o di durata superiore conseguita posteriormente al 31 luglio 2006 - con un punteggio non inferiore a 110/110 - presso un'universita' o un istituto superiore italiani;

3) ottima conoscenza della lingua straniera utilizzata nei corsi universitari prescelti per la fruizione della borsa.

I requisiti di cui ai precedenti punti devono essere posseduti alla data di scadenza stabilita per la presentazione della domanda.

La partecipazione al presente concorso e' incompatibile con la partecipazione ai concorsi 'Bonaldo Stringher' e 'Donato Menichella', indetti in pari data. Se un candidato avanza regolare domanda di partecipazione a piu' di uno dei concorsi citati viene invitato a precisare per quale concorso intende optare.

Art. 3.

Importi delle borse di studio Per l'anno accademico di frequenza dei corsi di perfezionamento verranno erogati (al lordo della imposizione fiscale) i seguenti importi suddivisi in quattro rate:

euro 24.000 per Universita' degli Stati Uniti d'America, del Canada o dell'Australia;

euro 22.500 per Universita' di un Paese dell'Europa o di Israele.

Qualora il Paese prescelto, al momento in cui vengono corrisposti i singoli pagamenti, non faccia parte dell'area dell'euro, verra' erogato l'equivalente dell'importo dovuto nella valuta del Paese stesso, calcolato in base al tasso di cambio medio del mese precedente all'effettuazione del pagamento.

I citati importi sono comprensivi delle spese di viaggio e di assicurazione contro le malattie.

Le tasse universitarie e quelle eventuali di soggiorno, opportunamente documentate, restano a carico della Banca d'Italia.

Art. 4.

Commissione esaminatrice Le borse di studio vengono conferite dal Governatore della Banca d'Italia ai candidati dichiarati vincitori da una Commissione, nominata dal Governatore stesso, composta da sette membri scelti tra accademici dei Lincei e/o docenti universitari.

La Commissione valuta preliminarmente la coerenza tra il campo tematico indicato all'art. 1 e l'argomento della tesi di laurea e degli eventuali altri lavori presentati, escludendo dalle valutazioni di merito i candidati per i quali non si ravvisi la citata coerenza.

Successivamente la Commissione valuta il merito della tesi e degli eventuali altri lavori e tiene altresi' conto del curriculum degli studi e delle eventuali attivita' professionali nonche' del programma degli studi e delle ricerche che il candidato si prefigge di compiere e delle universita' presso le quali intende fruire della borsa di studio.

La Commissione, oltre ai vincitori, individua fino a un massimo di 6 candidati ritenuti particolarmente meritevoli da convocare alla prova d'esame di cui all'art. 11.

La Banca d'Italia si riserva, inoltre, la facolta' di convocare i vincitori e i particolarmente meritevoli - unitamente ai vincitori e ai...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA