Giudizio di legittimita' costituzionale in via principale. Bilancio e contabilita' pubblica - Norme della Regione Puglia - Disposizioni di carattere settoriale in materia di sanita', trasporti, ecologia, urbanistica, personale e di modifica di precedenti leggi regionali - Ricorso del Governo - Intervenuta abrogazione delle norme censurate - Rinu...

 
ESTRATTO GRATUITO

LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori:

Presidente: Franco BILE ;

Giudici: Giovanni Maria FLICK , Francesco AMIRANTE, Ugo DE SIERVO, Paolo MADDALENA, Alfio FINOCCHIARO, Alfonso QUARANTA, Franco GALLO, Luigi MAZZELLA, Gaetano SILVESTRI, Sabino CASSESE, Maria Rita SAULLE, Giuseppe TESAURO, Paolo Maria NAPOLITANO;

ha pronunciato la seguente

Ordinanza nel giudizio di legittimita' costituzionale del titolo II, capi da VI a XI, del titolo III e degli articoli 7 e 31, comma 1, lettera c), della legge della Regione Puglia 19 luglio 2006, n. 22 (Assestamento e prima variazione al bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2006), promosso con ricorso del Presidente del Consiglio dei ministri notificato il 18 settembre 2006, depositato in cancelleria il 26 settembre 2006 ed iscritto al n. 100 del registro ricorsi 2006.

Visto l'atto di costituzione della Regione Puglia;

Udito nella Camera di consiglio del 24 ottobre il giudice relatore Franco Gallo.

Ritenuto che, con ricorso notificato il 18 settembre 2006 e depositato il 26 settembre successivo, il Presidente del Consiglio dei ministri, rappresentato e difeso dall'Avvocatura generale dello Stato, ha promosso questioni di legittimita' costituzionale: a) del titolo II, capi da VI a XI, e del titolo III, della legge della Regione Puglia 19 luglio 2006, n. 22 (Assestamento e prima variazione al bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2006), in riferimento agli articoli 81 e 117, terzo comma, della Costituzione e agli artt. 15 e 16 del decreto legislativo 28 marzo 2000, n. 76 (Principi fondamentali e norme di coordinamento in materia di bilancio e di contabilita' delle regioni,in attuazione dell'articolo 1, comma 4, della legge 25 giugno 1999, n. 208); b) dell'art. 7 della stessa legge della regione Puglia, in riferimento all'art. 117, secondo comma, lettera e), e terzo comma, Costituzionale, all'art. 17 del d.P.R. 5 febbraio 1953, n. 39 (Testo unico delle leggi sulle tasse automobilistiche), al d.lgs. 30 dicembre 1992, n. 504 (Riordino della finanza degli enti territoriali, a norma dell'articolo 4 della legge 23 ottobre 1992, n. 421), alla legge 27 dicembre 1997, n. 449 (Misure per la stabilizzazione della finanza pubblica); c) dell'art. 31, comma 1, lettera c), della stessa legge della Regione Puglia, in riferimento all'art...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA