TAR SARDEGNA Sez. II.

 
ESTRATTO GRATUITO

Notifica per pubblici proclami

Notifica per pubblici proclami di ricorso e motivi aggiunti in esecuzione Ordinanze R.P.P. nn. 306/11 e R.P.C. 775/11 dell'intestato TAR ai concorrenti della graduatoria finale idonei operatori d'esercizio all'esito di procedura concorsuale indetta da A.R.S.T. S.p.A., pubblicata sul B.U.R.A.S. n.10 del 8/4/11 parte III, modificata con Deliberazione Presidente A.R.S.T. S.p.A. n. 61 del 30/6/11. Ricorso al TAR Sardegna n. 526/11 proposto da Taioli Gaetano, Sanna Gian Bachisio, Sitzia Roberto, Pisano Agostino, Onnis Enrico, Sardu Sandro, Virdis Alessandro, Serra Andrea e Fanni Mirko, difesi dall'Avv. Riccardo Caboni, domicilio eletto in Cagliari, via Tuveri n. 84, contro A.R.S.T. S.p.A., Regione Sardegna, per l'annullamento previa adozione di misura cautelare: della graduatoria finale idonei pubblicata nel BURAS dell'8/4/11, della graduatoria dei non idonei riportante il voto nella prova di guida, nonche' ogni altro atto presupposto, conseguente, connesso o antecedente collegato e ove occorra della griglia riportante i voti conseguiti nella prova di guida. I ricorrenti hanno partecipato al concorso per la formazione della graduatoria di operatori d'esercizio indetta dall'A.R.S.T. S.p.A. nel 2008, non superando la prova pratica di guida. Richiedono l'annullamento degli atti suddetti per i seguenti motivi di fatto e diritto: sulla terza prova (di guida).Violazione di legge (art. 3 e 97 della Costituzione: principi di uguaglianza, imparzialita' e buon andamento); violazione e falsa applicazione dei principi vigenti in materia di procedure selettive e concorsuali (art. 12 DPR del 9 maggio 1994 n. 487: trasparenza amministrativa nei procedimenti concorsuali; art 3. l. n. 241 dell'8 agosto 1990 e succ. mod.: carenza di motivazione). Cio' per mancata predeterminazione dei criteri e di modalita' di valutazione della prova pratica. Eccesso di potere: contraddittorieta' tra atti; travisamento dei fatti; arbitrarieta'; difetto di istruttoria; disparita' di trattamento e manifesta ingiustizia. Cio' per contraddittorieta' tra la votazione minima ottenuta e capacita' ed esperienze maturate. Con motivi aggiunti hanno richiesto l'annullamento della graduatoria idonei predetta, come modificata con deliberazione d'urgenza n. 61 del 30/6/11 del Presidente A.R.S.T., della quale si chiede l'annullamento, che dispone lo scorrimento di un posto dei candidati con posizioni tra 159 e 182 e la graduatoria finale degli idonei come...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA