DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 4 Aprile 2007, n. 84 - Regolamento di attuazione degli interventi a favore dell''innovazione nei settori dell''agricoltura e dell''itticoltura di cui all''articolo 17 della legge regionale 10 novembre 2005, n. 26, approvato con decreto del Presidente della Regione 14 marzo 2006, n. 070/Pres. Approvazione...

 
ESTRATTO GRATUITO

(Pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione Friuli-Venezia Giulia n. 16 del 18 aprile 2007)

IL PRESIDENTE

Vista la legge regionale 10 novembre 2005, n. 26, concernente la disciplina generale in materia di innovazione, ricerca scientifica e sviluppo tecnologico ed in particolare l'Art. 17, inerente gli interventi a favore dell'innovazione nei settori dell'agricoltura e dell'itticoltura;

Visto il proprio decreto 14 marzo 2006, n. 070/Pres. con il quale e' stato approvato il "Regolamento di attuazione degli interventi a favore dell'innovazione dei settori dell'agricoltura e dell'itticoltura di cui all'Art. 17 della legge regionale n. 26/2005";

Viste le decisioni C(2006) 3991 del 31 agosto 2006 e C(2006) 7038 del 18 dicembre 2006 con la quali la commissione ha considerato compatibili con il mercato comune ai sensi dell' Art. 87, paragrafo 3, lettera c) del trattato CE, anche gli aiuti concessi al settore pesca ed acquacoltura;

Ritenuto opportuno, in considerazione dell'esperienza maturata nel primo anno di applicazione della normativa, di prevedere che le aziende beneficiarie del settore itticoltura evidenzino, nella relazione illustrativa allegata alla domanda, l'intereresse collettivo dell'iniziativa proposta;

Ritenuto necessario integrare, al fine di garantire una maggior certezza nella fase istruttoria, la documentazione che correda le domande presentate dai beneficiari di cui all'Art. 3, commi 1 e 2, lettera a) del citato decreto del Presidente della Regione n. 070/Pres., con un computo metrico estimativo nel caso di lavori edili e da preventivi di ditte specializzate nel caso di forniture di macchine ed attrezzature;

Ritenuto opportuno prevedere che anche per il settore della ricerca in itticoltura il beneficiario specifichi, nella relazione illustrativa da allegare alla domanda, l'interesse generale della ricerca;

Ritenuto necessario prevedere che i responsabili dei progetti di ricerca e gli altri componenti dell'unita' di ricerca non possano presentare piu' domande di contributo nello stesso bando;

Ritenuto opportuno prevedere che i beneficiari di contributi in progetti pluriennali attinenti alla ricerca possano presentare una nuova domanda solamente nell'anno di scadenza del progetto gia' precedentemente finanziato;

Ritenuto necessario separare, nella fase di attribuzione dei punteggi al settore della ricerca, l'attivita' di ricerca da quella di trasferimento tecnologico;

Ritenuto opportuno applicare le medesime opportunita' di punteggio sia ai progetti del settore agricolo che a quelli del settore dell'itticoltura;

Ritenuto altresi' opportuno aggiungere, per i settori della ricerca, un punteggio per i gruppi di ricerca multidisciplinari ed uno per la qualita' scientifica del progetto;

Ritenuto opportuno, per assicurare comunque un livello minimo di finanziamento ai settori della pesca e dell'itticoltura, prevedere due distinte graduatorie;

Ritenuto opportuno adeguare il Regolamento alla nuova disciplina comunitaria in materia di aiuti di Stato a favore di ricerca, sviluppo e innovazione ed ai nuovi orientamenti comunitari per gli aiuti di Stato per il settore agricolo e forestale 2007-2013;

Ritenuto opportuno, alla luce dell'esperienza pregressa, di elevare da 250.000,00 euro a 500.000,00 euro la spesa ammessa per gli interventi a valenza energetica nel settore agricolo;

Ritenuto infine necessario prevedere che per il 2007 le domande siano presentate entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del presente regolamento;

Visto il proprio decreto 6 marzo 2007, n. 050/Pres. con il quale, alla luce delle suesposte considerazioni, sono state apportate modifiche ed integrazioni al regolamento approvato con il citato decreto del Presidente della Regione 070/Pres./2006;

Atteso che il medesimo non ha ancora acquisito efficacia non essendo intervenuta la sua pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione;

Rilevato che, nelle more dell'entrata in vigore del citato provvedimento, in data 29 marzo 2007 la giunta regionale ha deliberato un'ulteriore modifica al testo regolamentare di che trattasi;

Ritenuto con il presente decreto, per esigenze di trasparenza dell'azione amministrativa, di dare attuazione alla disciplina regolamentare approvata con decreto del Presidente della...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA