CONCORSO - Bando di concorso per la scelta di opere d''arte da ubicare presso il nuovo Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Terni, legge 29 luglio 1949, n. 717 e s.m. - Ripubblicazione.

 
ESTRATTO GRATUITO

Art. 1.

Elenco delle opere in concorso

Il provveditorato interregionale per le opere pubbliche Toscana Umbria - sede coordinata di Perugia bandisce, ai sensi della legge 29 luglio 1949, n. 717 e s.m., un concorso nazionale tra artisti per l'ordinazione delle seguenti opere artistiche da ubicare presso il nuovo Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Terni: Opera n. 1.

Pittura su vetro da realizzare sulla parete semicircolare costituente la vetrata d'ingresso. La pittura dovra' avere le dimensioni massime di mq 53,14.

La vetrata e' formata da 20 vetri-camera, montati in due file sovrapposte da 10, ognuno delle dimensioni di 2,16 ml di base \times 1,23 ml di altezza. su telaio di alluminio anodizzato; i vetri camera sono formati da una lastra esterna in cristallo temprato dello spessore di 8 mm e da una lastra interna dello spessore di 8/9 mm realizzata da due lastre di cristallo float connesse da un foglio di PVB trasparente (VISARM) divise da un canalino metallico di 15 mm contenente sali disidratanti.

I concorrenti potranno proporre la tecnica di pittura ed i materiali piu' idonei secondo la propria sensibilita' e capacita': pittura su vetro a gran fuoco o pittura con resine bicomponenti a freddo o altre tecniche che garantiscano durabilita' nel tempo e opportuna resistenza ai raggi UV, alla pulizia con detergenti e ad eventuali graffi o scorticature.

Qualora la tecnica prescelta preveda lo smontaggio o la scomposizione dei vetri-camera per inserire al loro interno vetri dipinti a gran fuoco o per utilizzare una delle lastre come base per la pittura, gli stessi dovranno essere riassemblati in modo da ricostituire la perfetta funzionalita' della vetrata stessa e, in caso di asportazione completa, dovra' essere montato idoneo vetro provvisorio.

Nel caso l'artista intenda sostituire i vetri esistenti, i nuovi vetri dovranno avere le medesime caratteristiche di quelli asportati; per questi ultimi l'artista dovra' provvedere al loro smaltimento.

L'opera dovra' essere studiata in modo da poter essere percepita visivamente sia in situazione diurna (fondo scuro) che in situazione notturna (fondo retro-illuminato).

Il significato simbolico da attribuire all'opera dovra' liberamente richiamare l'attivita' propria dei Vigili del fuoco.

Qualora, durante l'esecuzione dell'opera, l'Amministrazione usuraria della Caserma in questione, avvii le proprie attivita', l'artista assegnatario, nell'esecuzione dell'opera artistica, dovra' aver cura di non compromettere la funzionalita' ed operativita' della Caserma stessa.

Il compenso, al lordo della ritenuta di acconto IRPEF, nonche' al netto della trattenuta ENAP e dell'eventuale IVA, e di Euro 60.681,31 e sara' comprensivo di ogni onere e magistero per dare l'opera finita in ogni sua parte e quindi saranno compresi in esso tutti gli oneri per trasporti, smontaggio e rimontaggio, vetri provvisori, sostituzione totale dei vetri-camera, smaltimento in apposita discarica dei vetri camera eventualmente sostituiti, vacazioni, ponteggi, attrezzature e materiali di ogni tipo eventualmente necessari per la realizzazione. Opera n. 2.

Un mosaico da collocare sulla parete in mattoni alla destra dell'ingresso, in prossimita' della porta di accesso. Il mosaico dovra' avere le dimensioni massime di 3,00 ml di base e 2,00 ml di altezza comprensive delle eventuali cornici. Esso dovra' essere realizzato fuori opera mediante applicazione con apposito collante di tessere di pasta vitrea o marmi, graniti, ceramiche ecc. su supporto a scelta dell'artista ma che sia idoneo a stazionare all'aperto e, quindi, tale da resistere agli agenti atmosferici.

Il significato simbolico da attribuire all'opera dovra' richiamare liberamente l'attivita' propria dei Vigili del fuoco.

Il compenso complessivo, al lordo della ritenuta d'acconto IRPEF, nonche' al netto della trattenuta ENAP e dell'eventuale IVA, e' di Euro 25.710,00 e sara' comprensivo di ogni onere e magistero per dare l'opera finita in ogni sua parte e quindi saranno compresi in esso tutti gli oneri per trasporti vacazioni, ponteggi, attrezzature e materiale di ogni tipo eventualmente necessario per la sua realizzazione e posa in opera. Opera n. 3.

Un bassorilievo da collocare sulla parete in mattoni alla sinistra dell'ingresso, in prossimita' della porta di accesso. Il bassorilievo dovra' essere realizzato fuori opera mediante scultura in pietra o bronzo delle dimensioni di ml 2,00 per ml 2,00 e spessore minimo di cm 6.

Il tipo di pietra potra' essere scelto dall'artista secondo le sue particolari inclinazioni artistiche, ma dovra' avere caratteristiche non inferiori a quelle del marmo di...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA