CONCORSO - Concorso pubblico, per titoli ed esami, ad un posto di categoria C, posizione economica C1 - area biblioteche, con rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato presso l''area biblioteca.

 
ESTRATTO GRATUITO

IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO

Visto il testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato di cui al decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 1957, n. 686, contenente norme di esecuzione del sopracitato testo unico;

Vista la legge 24 dicembre 1986, n. 958, in materia di servizio militare di leva e di ferma di leva prolungata;

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 370, con la quale viene abolita l'imposta di bollo per le domande di concorso e di assunzione presso le amministrazioni pubbliche;

Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168;

Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, recante norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi e successive modifiche e integrazioni;

Vista la legge 10 aprile 1991, n. 125, che garantisce pari opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al lavoro;

Vista la legge 5 febbraio 1992, n. 104, che detta i principi dell'ordinamento in materia di diritti, integrazione sociale e assistenza delle persone handicappate;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 febbraio 1994, n. 174, che regolamenta l'accesso dei cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea ai posti di lavoro presso le Amministrazioni Pubbliche;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive modifiche e integrazioni, le cui norme regolamentano l'accesso ai pubblici impieghi nella pubblica amministrazione e le modalita' di svolgimento dei concorsi;

Visto il decreto legislativo 12 maggio 1995, n. 196 in materia di riordino dei ruoli, modifica alle norme di reclutamento, stato ed avanzamento del personale non direttivo delle Forze Armate, in particolare l'art. n. 39 comma 15;

Vista la legge 21 giugno 1995, n. 236, recante disposizioni urgenti per il funzionamento delle universita';

Vista la legge 15 maggio 1997, n. 127, riguardante misure urgenti per lo snellimento dell'attivita' amministrativa e dei procedimenti di decisione e di controllo;

Visto il decreto legislativo 1° dicembre 1997, n. 468, recante norme in materia di "Revisione della disciplina sui lavori socialmente utili, a norma dell'art. 22 della legge 24 giugno 1997, n. 196";

Vista la legge 16 giugno 1998, n. 191, che, tra l'altro, modifica e integra la sopracitata legge 15 maggio 1997, n. 127;

Vista la legge 12 marzo 1999, n. 68, recante norme per il diritto al lavoro dei disabili;

Vista la delibera del 15 marzo 2000, con la quale il consiglio di amministrazione ha approvato l'introduzione di un contributo per le spese generali e postali, pari a Euro 15,49, per la partecipazione ai concorsi indetti per l'assunzione di personale tecnico e amministrativo;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, recante il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa;

Visto il decreto rettorale 1360 del 13 febbraio 2001 con il quale e' emanato il regolamento sui procedimenti di selezione per l'accesso ai ruoli del personale tecnico e amministrativo dell'Universita' degli studi di Milano-Bicocca, e successive modificazioni e integrazioni;

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche;

Visto il decreto legislativo n. 215 dell'8 maggio 2001, in particolare l'art. 18, che eleva al 30% la riserva dei posti disposta dall'art. 39, comma 15, del decreto legislativo 196/95, per i volontari in ferma breve o in ferma prefissata di durata di cinque anni delle tre Forze Armate, congedati senza demerito anche al termine o durante le eventuali rafferme contratte;

Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, in materia di protezione dei dati personali;

Visto il decreto legislativo 9 luglio 2003, n. 216, riguardante l'attuazione della direttiva 2000/78/CE per la parita' di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro;

Visto il decreto legislativo 31 luglio 2003, n. 236, in materia di disciplina della trasformazione progressiva dello strumento militare in professionale, in particolare l'art. 11;

Visto il CCNL del comparto Universita' sottoscritto in data 27 gennaio 2005;

Vista la nota prot. n. 482 del 4 aprile 2005, uff. III, con la quale il MIUR ha valutato positivamente la programmazione triennale del fabbisogno di personale di questo Ateneo (triennio 2005-2007);

Accertata la vacanza di un posto di categoria C, area biblioteche, determinatasi presso l'area biblioteca d'Ateneo, a seguito del trasferimento del sig. Reboldi Massimo presso l'Universita' di Brescia con decorrenza 1° aprile 2007;

Accertata l'inesistenza di graduatorie utili di concorsi gia' espletati, in relazione alla specifica professionalita' richiesta;

Vista la delibera del 20 febbraio 2007, con la quale il consiglio di amministrazione conferisce la delega al direttore amministrativo affinche' disponga la copertura dei posti divenuti vacanti;

Vista la nota del 5 aprile 2007, prot. 6474, con la quale il direttore amministrativo richiede al Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri l'autorizzazione alla copertura del posto suddetto ai sensi degli articoli 30 e 34-bis del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;

Preso atto del nulla osta concesso dal Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri con nota DFP/16881/30 aprile 2007/1.2.3.2 del 30 aprile 2007;

Considerato che la riserva prevista dall'art. 18, comma 6, del decreto legislativo n. 215 dell'8 maggio 2001, e' operante parzialmente in quanto da' luogo ad una frazione di posto;

Tenuto conto che questa amministrazione, nel rispetto di quanto disposto dall'art. 18, comma 7, del decreto legislativo n. 215 dell'8 maggio 2001, cumulera' le frazioni di posti da riservare ai volontari in ferma breve o in ferma prefissata di durata di cinque anni delle tre Forze Armate, congedati senza demerito anche al termine o durante le eventuali rafferme contratte e agli...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA