Regolamento per la concessione dei contributi di cui all'Art. 6 della legge regionale n. 25/2004 e successive modifiche e integrazioni per interventi a favore della sicurezza e dell'educazione stradale. Approvazione.

(Pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione Friuli-Venezia Giulia n. 35 del 30 agosto 2006)

Il PRESIDENTE

Vista la legge regionale 25 ottobre 2004, n. 25 (Interventi a favore della sicurezza e dell'educazione stradale), come modificata da ultimo dalla legge regionale i agosto 2005, n. 16 (Modifiche alla legge regionale 25 ottobre 2004, n. 25);

Visto l'Art. 6 della citata legge regionale 25/2004, che prevede la possibilita' di assegnare interventi contributivi a favore di Province, comuni, loro consorzi, altri enti pubblici, nonche' associazioni e istituzioni senza fini di lucro che operino per l'organizzazione e lo sviluppo della sicurezza stradale;

Visto in particolare l'Art. 6, comma 3, della suddetta legge regionale 25/2004, in cui si stabilisce che i criteri e le modalita' di concessione, erogazione e rendicontazione dei contributi, previsti dalla legge stessa, sono definiti con apposito regolamento;

Vista la legge regionale n. 12 dd. 21luglio 2006 «Assestamento del bilancio 2006 e del bilancio pluriennale per gli anni 2006-2008 ai sensi dell'Art. 18 della legge regionale 16 aprile 1999, n. 7», che all'Art. 57 prevede che, nelle more di approvazione del Piano regionale della sicurezza stradale di cui all'Art. 2, della legge regionale n. 25/2004, le risorse allocate in bilancio, previste dall'Art. 6, comma 1 della stessa, potranno essere utilizzate per le tipologie di interventi previsti dal Piano nazionale della sicurezza stradale;

Considerato che il medesimo articolo della sopra citata legge regionale 12/2006 dispone che con apposito regolamento vengono definiti i criteri e le modalita' di concessione, erogazione e rendicontazione dei contributi;

Ritenuto pertanto di adottare il «Regolamento per la concessione dei contributi di cui all'Art. 6 della legge regionale 25 ottobre 2004 n. 25 e successive modifiche e integrazioni, per interventi a favore della sicurezza e dell'educazione stradale»;

Vista la legge regionale 20 marzo 2000, n. 7 (Testo unico delle norme in materia di procedimento amministrativo e diritto di accesso);

Visto l'Art. 42 dello Statuto regionale di autonomia;

Su conforme deliberazione della giunta regionale n 1872 del 28 luglio 2006;

Decreta:

E' approvato il «Regolamento per la concessione dei contributi di cui all'Art. 6 della legge regionale 25 ottobre 2004 n. 25 e successive modifiche e integrazioni, per interventi a favore della sicurezza e dell'educazione stradale», nel testo allegato al presente provvedimento quale parte integrante e sostanziale.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e farlo osservare come Regolamento della Regione.

Il presente decreto sara' pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione.

Trieste, 7 agosto 2006

ILLY

Regolamento per la concessione dei contributi di cui all'Art. 6 della legge regionale 25 ottobre 2004, n. 25 e successive modifiche e integrazioni, per interventi a favore della sicurezza e dell'educazione stradale.

Art. 1.

F i n a l i t a'

  1. Il presente regolamento disciplina le modalita' e i criteri di concessione, erogazione e rendicontazione dei contributi in materia di sicurezza stradale, di cui all'Art. 6 della legge regionale 25 ottobre 2004 n. 25 e successive modifiche e integrazioni.

    Art. 2.

    B e n e f i c i a r i

  2. Gli incentivi possono essere concessi a favore delle province, di comuni, loro consorzi, altri enti pubblici, nonche' associazioni e istituzioni senza fini di lucro che operano per l'organizzazione e lo sviluppo della sicurezza stradale, nel territorio della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia.

    Art. 3.

    Interventi ammissibili

  3. Sono ammessi a finanziamento gli interventi previsti, o comunque coerenti, con il Piano regionale della sicurezza stradale, riferiti ai seguenti campi di intervento:

    1. azioni di tipo infrastrutturale e di gestione della mobilita' in ambito urbano;

    2. azioni di tipo strategico.

    Art. 4.

    Criteri di priorita'

  4. Tra gli interventi di cui all'Art. 3, sono individuati come prioritari quelli compresi tra le azioni prioritarie previste dal piano regionale della sicurezza stradale.

    Art. 5.

    Presentazione delle domande e documentazione

  5. Le domande di incentivo, sottoscritte dal richiedente, devono essere presentate alla direzione centrale pianificazione territoriale, energia...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA