CONCORSO (scad. 2 dicembre 2010) - Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto della categoria D, posizione economica D/1, Area amministrativa-gestionale, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e a tempo pieno per le esigenze dell'Amministrazione centrale - sede di Varese. (Decreto rettorale repertorio n. 16600 del 22 ottobre 2010).

 
ESTRATTO GRATUITO

IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO Visto il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3 e successive modifiche ed integrazioni;

Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168, concernente, tra l'altro, l'autonomia delle universita';

Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni ed integrazioni, concernente le nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi ed il relativo regolamento d'ateneo di attuazione emanato con decreto rettorale n. 10674 del 12 dicembre 2006;

Vista la legge 10 aprile 1991, n. 125 concernente le pari opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al lavoro;

Vista la legge 5 febbraio 1992, n.104 e successive modificazioni ed integrazioni, concernente l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone disabili;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 febbraio 1994, n. 174 recante norme sull'accesso dei cittadini degli Stati membri dell'Unione europea ai posti di lavoro presso le amministrazioni pubbliche;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni le cui norme regolamentano l'accesso ai pubblici impieghi nella pubblica amministrazione e le modalita' di svolgimento dei concorsi;

Vista la legge 15 maggio 1997, n. 127, recante misure urgenti per lo snellimento dell'attivita' amministrativa e dei procedimenti di decisioni e di controllo e successive modifiche ed integrazioni introdotte dalla legge 16 giugno 1998, n. 191;

Vista la legge 12 marzo 1999, n. 68 e successive modificazioni ed integrazioni recante norme per il diritto al lavoro dei disabili;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445 recante il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa e successive modificazioni ed integrazioni;

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni concernente le norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche;

Visto il decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215 che prevede una riserva obbligatoria del 30% dei posti messi a concorso a favore di volontari in ferma breve o in ferma prefissata di durata quinquennale delle tre forze armate congedati senza demerito, anche al termine o durante le eventuali rafferme contratte;

Visto il decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196 in materia di protezione dei dati personali ed il relativo regolamento d'ateneo di attuazione emanato con decreto rettorale n. 7445 dell'11 gennaio 2005, successivamente modificato con decreto rettorale n.

9279 del 10 gennaio 2006;

Visto il decreto legislativo 31 luglio 2003, n. 236, modificativo del suddetto decreto legislativo n. 215/2001, ed in particolare l'art. 11 che ricomprende tra i beneficiari della sopraccitata riserva del 30% anche gli ufficiali di complemento in ferma biennale e gli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta;

Visto lo statuto dell'Universita' degli studi dell'Insubria;

Visto il regolamento d'ateneo recante disposizioni sui procedimenti di selezione per l'accesso all'impiego a tempo indeterminato nell'Universita' degli studi dell'Insubria nelle categorie del personale tecnico e amministrativo, emanato con decreto direttoriale n. 3346 del 17 dicembre 2001 e successive modificazioni ed integrazioni;

Vista la legge 30 dicembre 2004, n. 311, ed in particolare l'art.

1 comma 101, in base al quale le Universita' degli studi non sono soggette al blocco delle assunzioni e il comma 105, il quale prevede che a decorrere dall'anno 2005 le universita' adottano programmi per il fabbisogno di personale che debbono essere valutati dal MIUR ai fini della coerenza con le risorse stanziate nel fondo di finanziamento ordinario, fermo restando il limite del 90% ai sensi della normativa vigente;

Vista la nota prot. n. 482 del 4 aprile 2005 con la quale il MIUR ha valutato positivamente la programmazione triennale del fabbisogno del personale formulata da questo ateneo;

Vista la legge 23 dicembre 2005, n. 266 che detta disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006);

Visto il regolamento d'ateneo relativo al contributo per la partecipazione a concorsi per il reclutamento di personale, emanato con decreto rettorale n. 9244 del 23 dicembre 2005;

Vista la legge 27 dicembre 2006, n. 296 che detta disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007);

Visto il decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 recante 'Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitivita', la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria', convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 e successive modificazioni e integrazioni;

Visto il decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180 recante 'Disposizioni urgenti per il diritto allo studio, la valorizzazione del merito e la qualita' del sistema universitario e della ricerca' convertito, con modificazioni, dalla legge 9 gennaio 2009, n. 1;

Vista la legge 22 dicembre 2008, n. 203 che detta disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Stato (legge finanziaria 2009);

Visto il decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, recante 'provvedimenti anticrisi, nonche' proroga di termini e della partecipazione italiana a missioni internazionali', convertito, con modificazioni, in legge 3 agosto 2009, n. 102;

Visto il decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 in attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttivita' del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni;

Vista la legge 23 dicembre 2009, n. 191 recante 'Disposizione per la formazione del bilancio annuale e pluriannuale dello Stato (Legge finanziaria 2010)';

Visto il decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 recante 'Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitivita' economica, convertito, con modificazioni, in legge 30 luglio 2010, n.

122;

Visto la delibera: del consiglio di amministrazione del 22 dicembre 2009 con cui e' stato istituito, tra gli altri, un posto di posto di categoria D - posizione economica D/1 - area amministrativa-gestionale per le esigenze dell'Universita' degli studi dell'Insubria - sede di Varese;

Considerato che il Dipartimento della funzione pubblica - Ufficio personale pubbliche amministrazioni - Servizio mobilita' non ha comunicato di avere, allo stato, personale da assegnare ai sensi dell'art. 34-bis, comma 4, del decreto legislativo n. 165/2001 per le esigenze segnalate dall'Universita' degli studi dell'Insubria con nota prot. n. 11269 del 5 agosto 2010;

Considerato che la procedura di mobilita' esterna, ai sensi dell'art. 30 decreto legislativo n. 165/2001, attivata con nota prot.

  1. 11270 del 5 agosto 2010 e con nota prot. n. 12667 del 14 settembre 2010, ha dato esito negativo;

    Ravvisata conseguentemente la necessita' di procedere all'indizione di un concorso pubblico per un posto di categoria D posizione economica D/1 - area amministrativa-gestionale a tempo indeterminato e a tempo per le esigenze dell'amministrazione centrale dell'Universita' degli studi dell'Insubria con sede in Varese osservando le specifiche e le indicazioni di seguito riportate;

    Considerato che la riserva prevista dall'art. 18, commi 6 e 7 del decreto legislativo n. 215/2001 e successive modificazioni ed integrazioni e' operante parzialmente e da' luogo ad una frazione di posto che si cumulera' con la riserva relativa ad altri concorsi banditi da questa amministrazione (totale frazioni accumulate 0,9);

    Accertata la vacanza del posto da ricoprire;

    Verificata la copertura finanziaria;

    Decreta:

    Art. 1

    Numero dei posti E' indetto un concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto della categoria D, posizione economica D/1, area...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA