DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 27 novembre 2009, n. 324 - Modifiche al Regolamento di esecuzione dell'articolo 3 della legge regionale 7 marzo 2003, n. 6, concernente le agevolazioni per l'edilizia sovvenzionata, emanato con decreto del Presidente della Regione 13 aprile 2004, n. 0119/Pres.

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

(Pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione Friuli-Venezia Giulia n. 49 del 9 dicembre 2009) IL PRESIDENTE Visto il proprio decreto 13 aprile 2004, n. o119/Pres., con il quale e' stato emanato il regolamento di esecuzione dell'art. 3 della legge regionale 7 marzo 2003, n. 6, concernente le agevolazioni per l'edilizia sovvenzionata;

Visto l'art. 12 della legge regionale 7 marzo 2003, n. 6, (Riordino degli interventi regionali in materia di edilizia residenziale pubblica), il quale stabilisce che i regolamenti di esecuzione dell'art. 3 della legge regionale medesima, che disciplinano le modalita' di alienazione degli alloggi di edilizia sovvenzionata e i criteri di determinazione del relativo prezzo, sono approvati previo parere vincolante della commissione consiliare competente;

Visto il capo VI (Cessione in proprieta') del citato regolamento, che prevede la deliberazione da parte delle aziende territoriali per l'edilizia residenziale (ATER) di appositi piani di vendita al fine dell'individuazione degli alloggi alienabili;

Visti gli articoli 11 e 13 del decreto legge 25 giugno 2008, n.

112, convertito con modificazioni nella legge 6 agosto 2008, n. 133, recanti disposizioni, rispettivamente, sul piano casa nazionale e sulle procedure di alienazione degli immobili di proprieta' delle ATER;

Preso atto che i piani di vendita emanati dalle ATER regionali nell'ultimo quinquennio non hanno condotto ai risultati auspicati in termini di numero di alloggi venduti;

Atteso che e' presente, all'interno del patrimonio di edilizia residenziale pubblica gestito dalle ATER regionali, un consistente numero di immobili che non possono essere destinati alla locazione in quanto inagibili o perche' necessitano di importanti lavori di manutenzione, che si traducono in costi difficilmente sostenibili e recuperabili nel tempo;

Accertato che le ATER, in ordine all'argomento in esame, hanno espresso parere positivo ad una proposta che preveda la possibilita' di estendere la vendita di alloggi gestiti dalle aziende anche a soggetti diversi dagli assegnatari degli stessi, purche' a condizioni economiche corrispondenti al prezzo di mercato;

Rilevata la necessita' di mettere a disposizione nuovi alloggi di edilizia sovvenzionata, idonei a concorrere al soddisfacimento di potenziali utenti in possesso dei requisiti previsti per l'accesso a tale canale contributivo, che vengano finanziati senza l'intervento diretto della Regione dal punto di vista finanziario, ma che possano essere finanziati con i proventi derivanti dalla vendita di alloggi gia' rientranti nel patrimonio gestito dalle ATER regionali;

Considerato che il citato art. 13 del decreto-legge n. 112/2008 prevede la semplificazione delle procedure di alienazione degli immobili di proprieta' delle ATER al fine di valorizzarne il patrimonio immobiliare e di favorire il soddisfacimento dei fabbisogni abitativi;

Vista la deliberazione n. 2165 del 30 settembre 2009 con la quale la giunta regionale ha approvato in via preliminare il regolamento recante 'Modifiche al regolamento di esecuzione...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA