CONCORSO (scad. 6 giugno 2005)

 
ESTRATTO GRATUITO

Ai sensi dell'art. 1, comma 1, lettera c) del decreto del Ministero del lavoro e della previdenza sociale n. 463 del 28 luglio 1998, l'I.N.P.D.A.P. indice, per l'anno scolastico 2005/2006, un concorso per conferire nuovi posti, in convitto e semiconvitto, presso le proprie strutture a gestione diretta e presso quaranta Convitti Nazionali convenzionati, come da elenco dettagliato parte integrante del bando stesso.

Beneficiari

Possono partecipare al concorso i figli e gli orfani di iscritti e di pensionati I.N.P.D.A.P. Sono equiparati ai figli legittimi o agli orfani, i legittimati, gli adottivi, gli affiliati, i figli naturali, i legalmente riconosciuti o giudizialmente dichiarati e gli esposti regolarmente affidati. Sono equiparati agli orfani, i figli degli iscritti dispensati dal servizio per infermita' che comporti assoluta e permanente inabilita' a proficuo lavoro. Sono esclusi dal beneficio in questione i figli o gli orfani del personale con contratto a tempo determinato, non in servizio alla data del termine ultimo di scadenza fissato dal presente bando per la presentazione delle domande, nonche' i figli e gli orfani del personale appartenente alle altre categorie escluse ai sensi degli articoli 2, 39 e 40 del decreto del Presidente della Repubblica n. 1032/1973. Non possono, inoltre, presentare domanda gli studenti che siano gia' stati allontanati da una struttura convittuale, a gestione diretta o convenzionata, per motivi disciplinari o per altri casi che hanno consigliato il ritiro degli stessi per comportamenti incompatibili con la vita comunitaria.

Servizi erogati

Presso le proprie Strutture a gestione diretta di Anagni (Frosinone), Arezzo, Caltagirone (Catania), Sansepolcro (Arezzo) e Spoleto (Perugia), nella formula convitto l'I.N.P.D.A.P. fornisce: alloggio e vitto durante il periodo di frequenza scolastica e di esami, lavaggio e stiratura della biancheria, assistenza socio-educativa garantita da «educatori», assistenza infermieristica e sostegno psicologico, sostegno didattico garantito da idoneo personale qualificato, attivita' di laboratorio informatico e linguistico, attivita' ludico-ricreativa e culturale, attivita' sportiva, spese di trasporto dal Convitto alla sede scolastica, pagamento delle tasse scolastiche, acquisto del materiale di cancelleria (fino ad un massimo di Euro 77,47), spese sanitarie, limitatamente all'acquisto di farmaci di uso comune ed agli interventi di pronto soccorso, spese per gite o attivita' di tipo didattico-culturale di un solo giorno organizzate dal Convitto o dalla Scuola, integrazione, in varia misura percentuale, delle spese per gite articolate in piu' giorni, limitatamente al territorio nazionale, organizzate dal Convitto. Nella formula semiconvitto debbono essere considerati inclusi tutti i predetti servizi, ad eccezione, ovviamente, dei servizi inerenti alloggio, lavaggio e stiratura biancheria. Per i Convitti convenzionati (di cui all'allegato elenco), l'I.N.P.D.A.P. assume a proprio carico il vitto, l'eventuale alloggio oltre i servizi previsti dal Regolamento di ciascun Convitto. Per il pagamento delle tasse scolastiche, l'acquisto del materiale di cancelleria, le spese sanitarie, limitatamente all'acquisto di farmaci di uso comune ed agli interventi di pronto soccorso, le spese per le gite di un solo giorno, l'I.N.P.D.A.P. interverra' attraverso una riduzione della quota di partecipazione a carico delle famiglie, come meglio in seguito specificato. In generale, i benefici riguardanti la fornitura gratuita dei libri di testo dovranno essere richiesti direttamente agli enti erogatori (Comuni) ai sensi dell'art. 27 della legge 23 dicembre 1998, n. 448 come ripubblicata nella Gazzetta Ufficiale - serie generale - del 29 gennaio 1999.

Domanda di ammissione

La domanda di ammissione al concorso, redatta sugli appositi modelli da ritirare presso gli Uffici provinciali I.N.P.D.A.P. o estratti dal sito I.N.P.D.A.P. all'indirizzo www.inpdap.gov.it, deve essere sottoscritta, per i figli, dal genitore iscritto o pensionato I.N.P.D.A.P. o dal tutore, e per gli orfani, dal genitore superstite o dal tutore. La domanda deve essere presentata o spedita a mezzo raccomandata a/r, a pena di decadenza, entro e non oltre il termine del 15 luglio 2005, presso gli Uffici provinciali I.N.P.D.A.P. nella cui competenza territoriale insiste il Convitto convenzionato prescelto e nel caso di Convitti I.N.P.D.A.P. direttamente presso la sede degli stessi. Per ciascun richiedente, deve essere presentata una sola domanda, sulla quale potranno essere indicate eventuali scelte opzionali, in ordine di priorita'. La domanda potra' essere, eventualmente, corredata dell'attestazione ISEE, valida alla data di scadenza del bando. La predetta attestazione, rilasciata su presentazione di idonea dichiarazione sostitutiva unica prevista dal decreto legislativo n. 109 del 31 marzo 1998, puo' essere richiesta agli sportelli I.N.P.S. o CAF e sara' utile per il posizionamento in graduatoria e la definizione del contributo alle spese. I concorrenti dovranno in ogni caso risultare gia' iscritti presso una scuola del comune di residenza o del circondario. Tale circostanza consentira', in caso di accoglimento della domanda, il trasferimento dell'iscrizione stessa presso la scuola del comune in cui e' ubicato il Convitto prescelto, anche in caso di cambiamento del corso di studio. Il beneficio del posto in Convitto deve intendersi concesso per tutta la durata degli studi o, ovviamente, finche' rimanga inalterata la posizione giuridica dell'iscritto. In caso di bocciatura dello studente, su parere favorevole del rettore, il beneficio della permanenza potra' essere rinnovato per una sola volta per i figli degli iscritti e per due anni consecutivi per gli orfani.

Graduatoria e ammissione al beneficio

Con precedenza assoluta per gli orfani, le graduatorie del concorso, redatte per ciascuna struttura in base alla preferenza dei concorrenti, saranno predisposte come segue: per gli studenti delle scuole medie superiori - sulla base della somma algebrica tra il punteggio della votazione media conseguita al termine dell'anno scolastico e quello relativo al punteggio corrispondente alla classe di Indicatore ISEE, come di seguito meglio specificato; per gli studenti delle scuole elementari e medie inferiori - sulla base della somma algebrica tra il punteggio che viene assegnato d'ufficio al giudizio espresso (es.: sufficiente = 6, buono = 7, distinto = 8, ottimo = 9) o eventuali giudizi descrittivi equivalenti e quello relativo al punteggio corrispondente alla classe di Indicatore ISEE, come di seguito indicato:

fino a Euro 4.000 |punti 4;,50 da Euro 4.001 a Euro 8.000 |punti 3,50; da Euro 8.001 a Euro 12.000 |punti 3;,50 da Euro 12.001 a Euro 15.000 |punti 2,50; da Euro 15.001 a Euro 18.000 |punti 2;,50 da Euro 18.001 a Euro 24.000 |punti 1,50; da Euro 24.001 a Euro 30.000 |punti 1;,50 da Euro 30.001 oltre |punti 0.,50

Gli studenti che non hanno ottenuto la promozione alla classe superiore o che non hanno frequentato la scuola per motivi non attribuibili a cause di forza maggiore o malattia certificata, verranno posposti nelle graduatorie. Per tutti, a parita' di punteggio complessivo, verra' data priorita' al valore ISEE inferiore. In caso di mancata presentazione dell'attestazione ISEE, verra'...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA