CONCORSO (scad. 25 novembre 2004)

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

IL PRESIDENTE

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, e successive modificazioni e integrazioni; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 1957, n. 686; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 12 febbraio 1991, n. 171; Vista la legge 10 aprile 1991, n. 125; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, e successive modificazioni e integrazioni; Vista la legge 31 dicembre 1996, n. 675, e successive modificazioni e integrazioni; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 20 ottobre 1998, n. 403 Regolamento di attuazione degli articoli 1, 2 e 3 della legge 15 maggio 1997, n. 127, in materia di semplificazione delle certificazioni amministrative; Vista la legge 12 marzo 1999, n. 68; Visto il decreto legislativo 29 settembre 1999, n. 381, con il quale e' stato istituito l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445; Viste le norme concorsuali previste nei CCNL in vigore; Visto il decreto 21 dicembre 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 4 del 5 gennaio 2001 - serie generale - con il quale e' stato emanato il Regolamento di organizzazione e funzionamento dell'INGV; Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni ed integrazioni; Visto il Regolamento del personale emanato con decreto presidenziale n. 69 del 4 marzo 2003; Vista la legge 24 dicembre 2003, n. 350 ed in particolare l'art. 3, comma 53; Vista la delibera del Consiglio direttivo n. 6.2.1.04 del 28 gennaio 2004 con la quale e' stato approvato il piano assunzioni 2004, autorizzando nel contempo il Presidente dell'INGV a bandire i relativi concorsi pubblici;

Decreta:

Art. 1.

Posti a concorso

E' indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di complessive dodici unita' di personale con profilo professionale di ricercatore (III livello retributivo) presso l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, per diverse aree culturali secondo la ripartizione di cui all'allegato 1, che costituisce parte integrante del presente bando. Tali aree culturali fanno riferimento a quelle contenute nel Piano triennale di attivita' dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Le assunzioni oggetto del presente bando saranno effettuate con l'osservanza delle disposizioni di cui all'art. 3, comma 53 della legge 24 dicembre 2003, n. 350.

Art. 2.

Requisiti di ammissione

  1. Per l'ammissione al concorso e' richiesto il possesso dei seguenti requisiti: a) diploma di laurea, previsto per il concorso cui il candidato intende partecipare, secondo la ripartizione di cui all'allegato 1). Al concorso possono partecipare anche i candidati che abbiano conseguito un titolo di studio all'estero dichiarato equipollente al titolo di studio richiesto dal presente bando (e' onere del candidato dimostrare l'equipollenza mediante la produzione del relativo provvedimento che la sancisce, a pena di esclusione); b) titolo di dottore di ricerca, con argomento di tesi attinente all'attivita' di ricerca nell'area culturale relativa al concorso cui si partecipa ovvero aver svolto per un triennio attivita' di ricerca post-laurea nell'area culturale prescelta, presso organismi scientifici, Universita' o Enti di ricerca, pubblici o privati, italiani o stranieri; tale esperienza dovra' essere opportunamente comprovata dal candidato mediante idonea documentazione; c) conoscenza della lingua inglese da accertarsi ai sensi dell'art. 7, comma 1 del presente bando; d) cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell'Unione europea; e) idoneita' fisica all'impiego; ai soggetti riconosciuti handicappati ai sensi della legge n. 104, del 5 febbraio 1992, saranno applicate le disposizioni di cui all'art. 22 della legge stessa; l'amministrazione ha facolta' di sottoporre a visita medica di controllo il vincitore di concorso, secondo le norme vigenti in materia; f) eta' non inferiore agli anni 18 e non superiore ai 65; g) godimento dei diritti politici; h) essere in regola con gli obblighi militari. I cittadini degli Stati membri dell'Unione europea devono possedere i seguenti requisiti: godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza; essere in possesso, fatta eccezione della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti richiesti ai cittadini italiani; avere adeguata conoscenza della lingua italiana; l'accertamento del possesso di tale requisito e' demandato alla commissione esaminatrice di cui al successivo art. 5, mediante la prova concorsuale prevista. 2. I requisiti predetti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda, pena l'esclusione dal concorso. 3. La valutazione della esistenza del possesso del requisito di cui alla lettera b) e' demandata al giudizio insindacabile della commissione esaminatrice di cui all'art. 5. 4. A pena di esclusione, e' consentita la presentazione di una domanda per una sola area culturale tra quelle indicate nell'allegato 1.

    Art. 3.

    Ammissione con riserva

    I candidati sono ammessi al concorso con riserva. Il Presidente dell'INGV puo' disporre in qualunque momento l'esclusione dal concorso per difetto dei requisiti prescritti.

    Art. 4.

    Domande e termine di presentazione

  2. La domanda di ammissione al concorso, redatta in carta semplice, secondo lo schema di cui all'allegato 2, dovra' essere inoltrata a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento ovvero presentata a mano direttamente all'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, via di Vigna Murata n. 605 - 00143 Roma, entro il termine perentorio di trenta giorni dal giorno successivo a quello di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale. Qualora il termine venga a scadere in un giorno festivo, si intendera' tacitamente protratto al primo giorno non festivo immediatamente seguente. Saranno considerate prodotte in tempo utile anche le domande di ammissione spedite a mezzo a/r entro il termine sopra indicato; a tal fine fara' fede il timbro a calendario dell'ufficio postale accettante. Non saranno in ogni caso prese in considerazione le domande che perverranno in data successiva all'inizio dei lavori della commissione giudicatrice, anche se inoltrate in tempo utile. Per la consegna delle domande a mano l'ufficio protocollo dell'INGV e' aperto nei giorni feriali, dal lunedi' al giovedi', dalle ore 9,30 alle ore 13, dalle ore 13,45 alle ore 14,45 e il venerdi', dalle ore 9,30 alle ore 13. La data di arrivo di tutte le domande sara' accertata dal timbro apposto dalla Segreteria dell'Istituto. Resta esclusa qualsiasi altra forma di presentazione delle domande. Sulla busta, contenente la domanda, dovranno essere chiaramente indicati l'area culturale, il profilo, il numero dei posti posti, il profilo professionale e il livello retributivo cui la domanda stessa si riferisce, il cognome e nome del candidato e il suo recapito esatto. 2. L'Istituto non assume alcuna responsabilita' in caso di dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta o non chiara trascrizione dei dati anagrafici o del recapito o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda, ne' per eventuali ritardi o disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 3. Nella domanda il candidato dovra' dichiarare, sotto la propria responsabilita' a pena di esclusione: a) il proprio cognome e nome (le donne coniugate devono indicare anche il cognome da nubile); b) la data e il luogo di nascita; c) il codice fiscale; d) l'area culturale, il profilo, il numero dei posti, il profilo professionale e il livello retributivo per il concorso cui si intende partecipare (allegato 1); e) la propria cittadinanza; f) il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; g) di non aver riportato condanne penali e di non aver procedimenti penali pendenti a proprio carico; in caso contrario, dovra' indicare le condanne penali riportate nonche' i procedimenti penali pendenti, precisando gli estremi del provvedimento di condanna o di applicazione dell'amnistia, del condono, dell'indulto o del perdono giudiziale e del titolo del reato. La dichiarazione va resa anche se negativa; h) il titolo di studio di cui al precedente art. 2, comma 1, lettera a); i) di aver svolto l'attivita' di ricerca o di essere in possesso del titolo di dottore di ricerca di cui al precedente art. 2, comma 1, lettera b) (indicare l'attivita', il periodo di tempo e l'Ente o l'Azienda presso cui si e' svolta; per il titolo di dottore di ricerca indicare: l'Universita' presso la quale il dottorato e' stato conseguito, la data di conseguimento del titolo e l'argomento della tesi); j) di avere conoscenza della lingua inglese; k) la posizione nei riguardi degli obblighi militari; l) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le cause di risoluzione di precedente rapporto di pubblico impiego (tale dichiarazione va resa anche se negativa); m) di non essere stato destituito o dispensato dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente ed insufficiente rendimento e di non essere stato dichiarato decaduto da altro impiego statale ai sensi dell'art. 127, lettera d), del testo unico degli impiegati civili dello Stato approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, per averlo conseguito mediante produzione di documenti falsi o viziati da invalidita'...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA