CONCORSO (scad. 24 gennaio 2011) - Concorso pubblico, per titoli ed esami, ad un posto di attuario, nell'area dei professionisti, livello base, a tempo indeterminato, presso la direzione generale ENPALS.

 
ESTRATTO GRATUITO

E' indetto concorso pubblico, per titoli ed esami, ad 1 posto di attuario, nell'area dei professionisti, livello base, a tempo indeterminato, presso la Direzione generale ENPALS.

Art. 1

Posti a concorso 1. Ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 marzo 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 119 del 22 maggio 2008, che autorizza l'Ente a bandire procedure di reclutamento di personale a tempo indeterminato, e' indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, ad 1 posto di attuarlo nell'Area dei Professionisti, livello base, a tempo indeterminato, presso la Direzione generale ENPALS con sede in Roma.

  1. L'assunzione in servizio del vincitore del concorso sara' subordinata alle eventuali autorizzazioni di legge.

  2. A parita' di merito e di titoli, si applicano le preferenze previste dall'art. 5 del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni.

  3. E' garantita la pari opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al lavoro, cosi' come previsto dalla legge n. 125/1991 e dall'art. 35 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

  4. Al fine di consentire ai soggetti disabili di concorrere in effettive condizioni di parita' con gli altri candidati ammessi al concorso, l'Amministrazione, preso atto delle domande di partecipazione che perverranno da parte degli stessi, predisporra' adeguate modalita' di svolgimento delle prove di esame.

    Art. 2

    Requisiti per l'ammissione 1. Per l'ammissione al concorso pubblico per titoli ed esami di cui al precedente art. 1, e' richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

    1. cittadinanza italiana ovvero appartenenza ad uno degli Stati membri dell'Unione europea. Sono ammessi, altresi', i soggetti equiparati, ai sensi della vigente normativa, ai cittadini italiani o di uno Stato membro dell'Unione europea, in possesso di tutti i requisiti richiesti ai cittadini della Repubblica italiana;

    2. godimento dei diritti politici;

    3. diploma di laurea (DL) secondo il vecchio ordinamento Universitario, o Laurea Magistrale (LM) o Laurea specialistica (LS), in Scienze Statistiche Attuariali, conseguito presso Universita' o Istituti di istruzione Universitaria equiparati; per coloro che abbiano conseguito il titolo di studio all'estero, e' richiesto il possesso di un titolo di studio riconosciuto equipollente a quelli sopra indicati secondo la vigente normativa. Gli estremi del provvedimento di equipollenza dovranno essere dichiarati dal candidato nella domanda di partecipazione al concorso;

    4. abilitazione all'esercizio della professione di attuarlo;

    5. iscrizione all'Albo nazionale degli attuari;

    6. idoneita' fisica all'impiego al quale il concorso fa riferimento. L'Amministrazione ha facolta' di sottoporre a visita medica di controllo il vincitore del concorso, in base alla normativa vigente;

    7. posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva.

  5. Non possono essere ammessi coloro che siano esclusi dall'elettorato politico attivo nonche' coloro che siano stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidita' non sanabile.

  6. I requisiti prescritti per l'ammissione debbono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso, al quale i candidati vengono ammessi con riserva. L'Amministrazione puo' disporre in ogni momento, con provvedimento motivato, l'esclusione per difetto dei requisiti prescritti, nonche' per la mancata sottoscrizione autografa delle domande e la mancata osservanza dei termini perentori e delle prescrizioni previste dal presente bando.

    Art. 3

    Presentazione della domanda. Termini e modalita' 1. La domanda di partecipazione al concorso di cui al presente bando, deve essere redatta in lingua italiana utilizzando esclusivamente il modulo di cui all'allegato I del presente bando, che ne costituisce parte integrante (reperibile anche sul sito internet dell'ENPALS: www.enpals.it). La domanda deve essere compilata in carattere stampatello, su carta semplice.

  7. La domanda di ammissione al concorso deve essere indirizzata e spedita a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, con esclusione di qualsiasi altro mezzo, all'ENPALS - Direzione del Personale - Viale Regina Margherita n. 206 - 00198 Roma, ovvero per posta certificata ai sensi dell'art. 16-bis, comma 5, della legge n.

    2/2009 e dell'art. 4 del decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n.68 (enpals.direzione.personale@pcert.enpals.it) entro il termine perentorio di trenta giorni a decorrere dal giorno successivo a quello di pubblicazione del bando della presente procedura concorsuale nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - serie speciale 'Concorsi ed esami'. Il predetto termine, qualora cada in un giorno festivo, si intende differito al primo giorno non festivo immediatamente successivo.

  8. Sulla busta contenente la domanda va apposta la seguente dicitura: 'Domanda di partecipazione al concorso ad 1 posto di attuarlo, nell'Area dei Professionisti - livello base - dell'ENPALS'.

  9. La data di spedizione delle domande e' stabilita e comprovata dal timbro apposto dall'ufficio postale accettante.

  10. Nella domanda di partecipazione il candidato deve espressamente dichiarare, a pena di esclusione, nella consapevolezza delle sanzioni penali previste dall'art. 76 del decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000 e successive modificazioni ed integrazioni, in caso di falsita' in atti e dichiarazioni mendaci, quanto segue:

    1. cognome e nome;

    2. data e luogo di nascita, codice fiscale e residenza;

    3. stato civile;

    4. il possesso della cittadinanza italiana ovvero della cittadinanza di uno degli Stati membri dell'Unione europea ovvero di essere soggetto equiparato ai sensi della normativa vigente ai cittadini italiani o di uno Stato dell'Unione europea;

    5. di essere fisicamente idoneo all'impiego e di essere a conoscenza che l'amministrazione ha la facolta' di sottoporre a visita medica di controllo i vincitori di concorso, in base alla normativa vigente;

    6. di godere dei diritti politici e il comune nelle cui liste elettorali e' iscritto ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

    7. di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali in corso (in caso contrario indicare le condanne riportate e la data della sentenza dell'autorita' che ha erogato le stesse, specificando anche se sia stata concessa amnistia, condono, indulto, perdono giudiziale, non menzione ed i procedimenti penali pendenti);

    8. il titolo di studio posseduto, con l'esatta indicazione dell'Universita' che lo ha rilasciato e la data di conseguimento, nonche' gli estremi del provvedimento di riconoscimento di equipollenza con uno dei titoli di studio richiesti qualora il diploma di laurea sia stato conseguito all'estero;

    9. di essere in possesso dell'abilitazione all'esercizio...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA