Sentenza nº 1267 da Campania, Napoli, 04 Marzo 2009

Data di Resoluzione:04 Marzo 2009
Emittente:Campania - Napoli
 
ESTRATTO GRATUITO

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Campania

(Sezione Quarta)

ha pronunciato la presente

SENTENZA

Luigi Domenico Nappi, Presidente

Dante D'Alessio, Consigliere

Ines Simona Immacolata Pisano, Primo Referendario, Estensore

per l'annullamento,previa sospensione dell'efficacia,

quanto al ricorso n. 4366 del 2008:

del decreto, in data 14.05.2008, con il quale il Soprintendente per i Beni Architettonici e per il Paesaggio e per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico di Napoli e Provincia ha annullato il provvedimento n.594 del 28.12.2007 con il quale il Comune di Napoli aveva rilasciato l'autorizzazione paesaggistica alla realizzazione di un parcheggio pertinenziale interrato in via Orazio ? via Pacuvio nel Comune di Napoli.

quanto al ricorso n.4370 del 2008:

del provvedimento n.322 del 10.06.2008 con il quale il Comune di Napoli ha denegato il permesso di costruire richiesto dalla ricorrente avente ad oggetto la realizzazione di un parcheggio pertinenziale interrato ai sensi della legge n.122/89 in via Orazio ? via Pacuvio nel Comune di Napoli.

Sul ricorso numero di registro generale 4366 del 2008, proposto da:

Lancellotti Alessandra, amministratrice della FACE spa, rappresentata e difesa dagli avv. Antonio D'Angelo e Guido D'Angelo, con domicilio eletto presso Antonio D'Angelo in Napoli, Rione Sirignano,6;

Comune di Napoli, rappresentato e difeso dall'Avvocatura Municipale, domiciliata ope legis in Napoli, piazza Municipio;

ad adiuvandum:

Sergio Spagnuolo Vigorita, rappresentato e difeso dagli avv. Veronica De Michele, Vincenzo Spagnuolo Vigorita, con domicilio eletto presso Vincenzo Spagnuolo Vigorita in Napoli, via Posillipo N. 394;

Visti i ricorsi con i relativi allegati;

Visti gli atti di costituzione in giudizio del Comune di Napoli;

Visti gli atti di costituzione in giudizio del Ministero Beni Attivita' Culturali;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Relatore nell'udienza pubblica del giorno 17/12/2008 il dott. Ines Simona Immacolata Pisano e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;

Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue:

e sul ricorso numero di registro generale 4370 del 2008, proposto da:

Lancellotti Alessandra, amministratrice della FACE spa, rappresentata e difesa come sopra,

Ministero Beni Attivita' Culturali, rappresentato e difeso dall'avv. Maria Rosaria Cozzuto, con domicilio eletto presso Maria Rosaria Cozzuto in Napoli, Avv.Stato - via Diaz N.11; Comune di Napoli, rappresentato e difeso dall'avv. Avvocatura Municipale, con domicilio eletto presso Giuseppe Tarallo in Napoli, Avv. Municipale - p.zza S. Giacomo;

FATTO

1.- La ricorrente, sig.ra Lancellotti Alessandra, in qualità di amministratrice della FACE spa, aveva presentato un'istanza al Comune di Napoli per essere autorizzata alla realizzazione di un parcheggio pertinenziale interrato e relativa sistemazione dell'area sovrastante in via Orazio ? via Pacuvio nel Comune di Napoli.

Dopo avere ottenuto parere favorevole di tutti gli enti preposti (compreso il Servizio Parchi e Giardini), l'amministrazione comunale in data 13 luglio 2007 rilasciava autorizzazione paesaggistica. Senonchè in data 5 settembre 2007, con nota prot.llo 22045, la Soprintendenza per i Beni Archeologici ? precisato in via informale di essere contraria alla sistemazione di parte dell'area sovrastante il parcheggio con un campo da bocce (di sabbia) e con un parco giochi per bambini, ritenendoli elementi estranei al paesaggio della collina di Posillipo - chiedeva una serie di chiarimenti, all'esito dei quali con provvedimento n.12471 del 4.12.2007 annullava il citato provvedimento comunale di autorizzazione paesaggistica, rilevandone l'eccesso di potere per carenza di istruttoria.

Qualche giorno dopo, in data 28.12.2007, con provvedimento nr.594 il Comune di Napoli rilasciava una nuova autorizzazione paesistica, che in data 3 gennaio 2008 (prot.llo n.21) veniva trasmessa alla Soprintendenza per i controlli di competenza.

L'autorità predetta, ritenendo incompleta la documentazione, con nota prot.n.264 del 25.02.2008 chiedeva ?chiarimenti ed integrazioni alla relazione illustrativa prevista dall'art.159 comma 2 e quindi?, cui il Comune rispondeva con nota prot.n.978 del 20.03.2008, richiamando una interpretazione degli artt.9 e 12 comma 3 del PTP di Posillipo che riteneva le costruzioni interrate finalizzate alla realizzazione di parcheggi pertinenziali compatibili con il PTP.

Con provvedimento del 14.05.2008 la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio e per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico di Napoli e Provincia - richiamando l'opposto parere reso dall'Avvocatura Distrettuale in data 6.5.2008 (nota 23742P del 6.05.2008), comunicato al Comune di Napoli in data 9 maggio 2008, nota prot.llo n.11419- annullava l'autorizzazione rilasciata dall'amministrazione comunale rilevando il vizio di violazione di legge.

Con il primo ricorso in esame (n.4366 del 2008) la Sig,ra Lancellotti ha impugnato il predetto decreto di annullamento del provvedimento n.594 del 28.12.2007, con cui il Comune di Napoli aveva rilasciato l'autorizzazione paesaggistica alla realizzazione del parcheggio interrato in via Orazio-via Pacuvio

Con il successivo ricorso n. 4370 del 2008 ha quindi impugnato il decreto dirigenziale n.322 del 10 febbraio 2008 della Direzione Centrale VI, Servizio Edilizia Privata e sportello unico dell'edilizia del Comune di Napoli con il quale, conseguentemente, è stato negato il rilascio del permesso...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA