Sentenza nº 6279 da Consiglio di Stato, 17 Dicembre 2009

Data di Resoluzione:17 Dicembre 2009
Emittente:Consiglio di Stato
 
ESTRATTO GRATUITO

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Quarta)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

Luigi Maruotti, Presidente FF

Pier Luigi Lodi, Consigliere

Goffredo Zaccardi, Consigliere

Anna Leoni, Consigliere

Vito Carella, Consigliere, Estensore

per la riforma

della ordinanza sospensiva del T.A.R. TOSCANA - FIRENZE: SEZIONE I n. 00510/2009, resa tra le parti, concernente ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE A TITOLO GRATUITO ALLOGGIO DI SERVIZIO.

Sul ricorso numero di registro generale 9142 del 2009, proposto da:

Marco Santoro, rappresentato e difeso dall'avv. Gaetano Viciconte, con domicilio eletto presso Alessandro Turco in Roma, largo dei Lombardi, 4;

Ministero della Giustizia, rappresentato e difeso dall'Avvocatura Generale dello Stato, domiciliataria per legge in Roma, via dei Portoghesi, 12;

Visto il ricorso in appello con i relativi allegati;

Visti tutti gli atti della causa;

Vista la domanda di sospensione dell'esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;

Visto l'atto di costituzione in giudizio di Ministero della Giustizia;

Visti gli artt. 19 e 21, u.c., della legge 6 dicembre 1971, n. 1034;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 15 dicembre 2009 il Cons. Vito Carella e uditi per la parte l? avvocato G. Viciconte;

Rilevato che ? controverso accertamento del diritto del ricorrente, quale Comandante di reparto di Istituto penitenziario, ad ottenere l'assegnazione in concessione a titolo gratuito di un alloggio di servizio secondo il combinato disposto di cui all'art. 18, comma 6, della legge 15 dicembre 1990, n. 395, ed all'art. 2, comma 1, lett. B del D.P.R. 15 novembre 2006, n. 314, ovvero ?in subordine- al rimborso dei canoni successivi al 20 marzo 2009 corrisposti dall'interessato per la conduzione in locazione dell'alternativo alloggio privato;

Considerato che tale questione vada prontamente definita nell'appropriata sede del merito, atteso che l'Amministrazione appellata sostiene che l'alloggio di servizio sia ?disponibile ed agibile?, mentre...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA