Ordinanza nº 55 da Corte Costituzionale, 14 Febbraio 1994

Relatore:Massimo Vari
Data di Resoluzione:14 Febbraio 1994
Emittente:Corte Costituzionale
 
ESTRATTO GRATUITO

ORDINANZA N. 55

ANNO 1994

REPUBBLICA ITALIANA

In nome del Popolo Italiano

LA CORTE COSTITUZIONALE

composta dai signori:

Presidente

Prof. Francesco Paolo CASAVOLA

Giudici

Prof. Gabriele PESCATORE

Avv. Ugo SPAGNOLI

Prof. Antonio BALDASSARRE

Prof. Vincenzo CAIANIELLO

Avv. Mauro FERRI

Prof. Luigi MENGONI

Prof. Enzo CHELI

Dott. Renato GRANATA

Prof. Giuliano VASSALLI

Prof. Francesco GUIZZI

Prof. Cesare MIRABELLI

Prof. Fernando SANTOSUOSSO

Avv. Massimo VARI

Prof. Cesare RUPERTO

ha pronunciato la seguente

ORDINANZA

nel giudizio di legittimit‡ costituzionale del combinato disposto degli artt. 22, primo comma, numero 6 e 25 della legge 31 maggio 1975, n.191 (Nuove norme per il servizio di leva), promosso con ordinanza emessa il 7 settembre 1992 dal Tribunale amministrativo regionale per la Sicilia, Sezione distaccata di Catania sul ricorso proposto da Leonde Eugenio contro il Ministero della difesa, iscritta al n. 429 del registro ordinanze 1993 e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica n. 35 prima serie speciale, dell'anno 1993.

Visto l'atto di intervento del Presidente del Consiglio dei ministri;

udito nella camera di consiglio del 1o dicembre 1993 il Giudice relatore Massimo Vari.

Ritenuto che, con ordinanza emessa il 7 settembre 1992, il Tribunale amministrativo regionale per la Sicilia, Sezione distaccata di Catania sul ricorso proposto da Eugenio Leonde contro il Ministero della difesa- ha sollevato d'ufficio questione di legittimit‡ costituzionale del combinato disposto dell'art.22, primo comma, numero 6 (come sostituito dall'art. 3 della legge 11 agosto 1991, n. 269) e dell'art. 25 della legge 31 maggio 1975, n.191, in relazione all'art. 3, primo comma, della Costituzione, per l'irragionevole discriminazione, rispetto a soggetti che si trovano in eguale condizione, posta in essere dalle norme denunciate;

che la questione Ë stata sollevata nel corso di un giudizio promosso per l'annullamento, previa sospensione, del provvedimento con il quale il Consiglio di leva di terra di Caltanissetta, in data 29 maggio 1992, ha respinto un'istanza di ammissione alla dispensa dal compiere la ferma di leva, nonchË per l'annullamento della cartolina precetto n.446 del 15 luglio 1992 e di tutti gli atti anteriori e posteriori connessi e collegati;

che, secondo quanto risulta dall'ordinanza, l'istanza Ë stata respinta perchË l'interessato, pur trovandosi nelle condizioni previste dall'art. 22, primo comma, numero 6, della legge n. 191 del 1975 e...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA